Il rischio di trombosi aumenta in gravidanza



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il rischio di trombosi aumenta in gravidanza.

(13.09.2010) Il presidente dell'associazione professionale di ginecologi a Monaco mette in guardia dal rischio spesso sottovalutato di trombosi per le donne in gravidanza. Se avverti un improvviso forte dolore nell'area anale, dovresti consultare urgentemente un medico, perché la causa può essere un coagulo di sangue.

La cosiddetta trombosi anale è relativamente diffusa, secondo Christian Albring, presidente dell'Associazione professionale di ostetrici e ginecologi, ma viene scambiata per molte donne in gravidanza come disturbi emorroidali (ugs: emorroidi). Secondo l'esperto, la pressione e la pressione durante la gravidanza e il successivo parto sono spesso la causa della trombosi venosa anale.

Dopo una diagnosi corrispondente, le piccole trombosi possono di solito essere trattate con unguenti e supposte senza problemi importanti, mentre quelle più grandi devono essere aperte o rimosse in anestesia locale. Se non viene fatta una diagnosi molto o molto tardi, solo i sintomi possono essere alleviati nella trombosi anale più vecchia. Secondo Christian Albring, le donne in gravidanza dovrebbero prevenire la trombosi anale, ad esempio, seguendo una dieta bilanciata e ricca di fibre con molti liquidi e facendo ginnastica durante e dopo la gravidanza. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Gravidanza, pillola anticoncezionale e familiarità sono fattori di rischio?


Articolo Precedente

Scambiati bambini in ospedale australiano

Articolo Successivo

Sigarette più dannose per le donne