Salute: pollo pieno di antibiotici


Gli antibiotici sono usati in gran numero quando si allevano polli. Oltre ai diritti degli animali e alle questioni di protezione ambientale, anche la resistenza agli antibiotici svolge un ruolo importante. I Verdi chiedono controlli e regole più rigorosi per l'uso di medicinali nell'industria avicola.

(25/10/2010) Scandali a basso contenuto di grassi, economici e precedentemente risparmiati come la BSE, la carne di pollo è considerata da molti tedeschi l'alternativa presumibilmente salutare. Di conseguenza, il consumo è aumentato notevolmente negli ultimi anni. Ma anche il lato oscuro, specialmente nella produzione di pollo, sta venendo alla luce sempre di più. Il ministero dell'Agricoltura della Bassa Sassonia ha confermato alla stazione radio NDR Info che gli ingrassatori usano sempre più antibiotici nell'allevamento di polli convenzionale. Il gruppo parlamentare statale dei Verdi della Bassa Sassonia richiede quindi regole e controlli più severi da parte del governo statale.

24 animali per metro quadrato I polli da carne vivono per circa un mese prima di finire nel macello. La maggior parte di queste brevi vite in Germania iniziano e finiscono nello stato della Bassa Sassonia. Nello stato con la più alta densità di pollame ci sono più della metà di tutti gli allevamenti di ingrasso di polli in Germania. Al fine di soddisfare le crescenti esigenze dei consumatori, vi è un crescente utilizzo degli impianti di produzione. La cosiddetta densità di allevamento dei polli da carne è attualmente in media 39 kg o circa 24 animali per metro quadrato. A causa della folla nelle fattorie da ingrasso, tuttavia, il rischio di malattie aumenta, in modo che gli allevatori utilizzino sempre più antibiotici. Il ministero dell'Agricoltura della Bassa Sassonia ha riferito a NDR Info che dieci anni fa sono stati utilizzati in media 1,7 trattamenti antibiotici per ciclo di ingrasso, oggi ci sono circa 2,3 trattamenti.

L'uso di antibiotici è in aumento Ciò fa pensare in particolare ai sostenitori dei consumatori e ai politici dell'opposizione, dal momento che i ingrassatori non sono autorizzati a nutrire gli antibiotici come promotori della crescita dal 2006, in modo che il numero di giorni di trattamento possa diminuire. Gli antibiotici possono essere prescritti dal veterinario solo per il trattamento di malattie, non provvisoriamente e certamente non per promuovere la crescita. Tuttavia, il consumo di antibiotici è in costante aumento. Apparentemente gli allevatori usano tutte le possibilità che possono giustificare la somministrazione di antibiotici. Ad esempio, se un animale è malato, a tutti i polli vengono somministrati antibiotici nella corrispondente fattoria da ingrasso. Tuttavia, di solito decine di migliaia di animali vivono in una stalla. Il veterinario Rupert Ebner ha dichiarato a NDR Info: "Sebbene vi sia un divieto agli antibiotici come promotori della crescita, vengono ancora somministrati più antibiotici - questo è assurdo e pericoloso per le persone".

L'uso di medicinali nell'allevamento di polli secondo la regola Secondo Heidemarie Helmsmüller, capo del Dipartimento per la protezione dei consumatori e la salute degli animali del ministero dell'Agricoltura della Bassa Sassonia, i polli nell'allevamento industriale spesso non sopravviverebbero fino alla fine del loro periodo di ingrasso senza l'uso di antibiotici, in modo che l'uso dell'agente in pratica. L'ex capo dell'Ufficio veterinario di Cloppenburg, Hermann Focke, è particolarmente critico nei confronti delle informazioni fornite dal Ministero in merito ai giorni di trattamento antibiotico. Come nella medicina umana, gli animali vengono generalmente trattati con antibiotici per diversi giorni, anche se ciò richiede in genere molto più di due giorni. Focke, tenendo conto delle informazioni del Ministero pubblicate in una rivista veterinaria, presume che il numero effettivo di giorni di trattamento antibiotico sia significativamente più elevato. Da tre a sei trattamenti antibiotici con un numero corrispondente di giorni di trattamento non sono rari. "Ecco perché possiamo supporre che i polli da carne ricevano spesso antibiotici per circa i due terzi della loro vita - vivono solo per 32 giorni", ha sottolineato Hermann Focke.

Esenzione per l'industria avicola I dati esatti sulla quantità totale di farmaci erogati in Germania non sono ancora disponibili e l'industria del pollame ha probabilmente discusso contro l'introduzione delle vendite di farmaci secondo le regioni di codice postale per una buona ragione. Perché sarebbe relativamente chiaro quali aziende utilizzino la quantità di antibiotici e se i requisiti legali siano rispettati. Dal 2012, secondo l'ordinanza federale, dovrebbe essere registrato un file in quale regione di codice postale e quanti farmaci devono essere consegnati. Tuttavia, secondo il Ministero federale dell'agricoltura, è stata fatta un'eccezione per l'industria avicola a causa di problemi di protezione dei dati. I critici, tuttavia, vedono chiaramente il risultato di un'intensa attività di lobbying da parte dell'industria del pollame nei confronti del governo statale della Bassa Sassonia. La mancanza di distanza tra funzionari governativi e allevatori di pollame è stata fortemente criticata dall'opposizione diverse volte in passato.

Pericolo: formazione di resistenza Ora diversi veterinari hanno aderito a queste voci critiche nei confronti di NDR Info e hanno dubitato del motivo dell'eccezione. Rupert Ebner ha dichiarato: "Il fatto che non vi siano dati scomposti nell'industria del pollame è uno scandalo". Presume che l'industria del pollame abbia esercitato una forte pressione sui politici affinché spostino la decisione nella direzione attuale. La sig.ra Helmsmüller ha anche affermato dal ministero dell'Agricoltura che sono state accolte cifre dettagliate, anche dal punto di vista della protezione dei consumatori, perché l'uso incauto degli antibiotici può portare alla resistenza dei patogeni, vale a dire che i mezzi sono inefficaci in caso di emergenza.

I Verdi chiedono chiarimenti A seguito della segnalazione di informazioni sulla DDR, il gruppo parlamentare statale dei Verdi ha invitato il governo della Bassa Sassonia a rafforzare i controlli e le regole per l'uso di medicinali nell'industria avicola. "L'aumento apparentemente incontrollato dell'uso di antibiotici e i rischi per la salute associati per i consumatori sono uno scandalo", ha affermato Christian Meyer, esperto agricolo per i Verdi, e ha aggiunto che sarebbe inaccettabile per le persone avere polli da carne chimici più resistenti agli antibiotici invece di carne sana.

Inoltre, il suo partito è stato irritato da una possibile interferenza del governo dello stato della Bassa Sassonia sul previsto regolamento federale nell'interesse degli allevatori di pollame. Pertanto, i Verdi hanno prontamente richiesto chiarimenti al governo statale con una piccola richiesta. Con la scomposizione del codice postale, "si potrebbe (si potrebbe) vedere molto rapidamente nelle roccaforti di Emsland e Cloppenburg-Vechta se vi fossero stati dati illegalmente promotori in eccesso", un'eccezione al regolamento è di conseguenza fastidiosa a suo avviso, ha dichiarato l'esperto agricolo verde Meyer. Secondo il suo partito, è necessario chiarire se e in che modo la Bassa Sassonia abbia influenzato questa esenzione per l'industria avicola. "In precedenti sondaggi, lo stato ha affermato che non vi erano dati sull'entità dell'uso dei farmaci. Ora compaiono nuovi numeri. Se fosse deliberatamente nascosto e velato nello spirito della lobby del pollame per far valere le controverse autostrade dei polli e centinaia di fabbriche di animali, sarebbe scandaloso! "Enfatizzato Meyer. (Fp, 25.10.2010)

Leggi anche:
Alternative agli antibiotici dalla naturopatia
I medici spesso prescrivono antibiotici inutilmente
Richiesto dosaggio individuale di antibiotici
Diffusione batterica resistente

Immagine: Nico Lubaczowski / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Geni di antibiotico resistenza nel microbiota


Articolo Precedente

La lobby farmaceutica influenza la politica sanitaria

Articolo Successivo

Gli esperti di salute della CDU vogliono abolire il PKV