Progetto di legge Hartz IV: salvataggio per l'assicurazione sanitaria privata?



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il governo federale sta pianificando nuovi pacchetti di salvataggio per l'assicurazione sanitaria privata? I beneficiari di Hartz IV che sono coperti da un'assicurazione sanitaria privata dovrebbero essere costretti a stipulare un'assicurazione sanitaria obbligatoria. I politici e le compagnie di assicurazione sanitaria criticano le considerazioni del Ministero federale del lavoro.

26.11.2010
Nonostante le smentite, gli ultimi piani del governo federale sono sul tavolo: la coalizione nera e gialla vuole costringere i beneficiari di Hartz IV al regime di assicurazione sanitaria legale a favore degli assicuratori sanitari privati ​​o costringere il fornitore di assicurazione sanitaria privata a offrire una tariffa specifica per i destinatari di Hartz IV. Numerosi politici chiedono che il deficit sia finanziato con fondi fiscali. Le compagnie di assicurazione sanitaria furono indignate e chiesero allo Stato anche un risarcimento per il deficit di copertura.

Numerosi politici e rappresentanti dell'assicurazione sanitaria sospettano che i nuovi piani costituiscano un piano di salvataggio a favore dell'assicurazione sanitaria privata. Lo sfondo del dibattito è una proposta legislativa del Ministero del lavoro federale. Questo testo - che già numerose agenzie hanno - tratta del finanziamento dell'assicurazione sanitaria per le persone che ricevono prestazioni nell'ambito dell'SGB II (Hartz IV). Le agenzie di collocamento coprono solo i costi dell'assicurazione sanitaria obbligatoria per le persone colpite. Sono 126 euro al mese. La metà della tariffa massima dell'assicurazione sanitaria privata è in media di 290 euro, a seconda della tariffa. La differenza deve essere pagata dai destinatari delle prestazioni sociali dalle prestazioni standard stesse. Tuttavia, numerosi tribunali sociali hanno dato a questa pratica un chiaro rifiuto e giudicato che i costi per una tariffa di base devono essere sostenuti dal sindacato.

Il tribunale sociale federale di Kassel deciderà in merito a gennaio. Ecco perché il Ministero federale del lavoro è ora obbligato a creare un progetto di legge, che favorisce due varianti. Uno afferma che il PKV dovrebbe essere obbligato a offrire una tariffa di base per i destinatari di Hartz IV, il cui importo è uguale alla tariffa GKV limitata. Nella seconda variante, si suggerisce che i destinatari di Hartz IV siano obbligati a passare all'assicurazione sanitaria obbligatoria. Da parte loro, le compagnie di assicurazione sanitaria dovrebbero essere obbligate ad accettare ex assicurati PKV.

Politica a favore dell'assicurazione sanitaria privata? In entrambe le varianti, il governo federale è nuovamente sospettato di perseguire una polizza per la clientela a favore dell'assicurazione sanitaria privata. In primo luogo sono state agevolate le condizioni di accesso per il passaggio di persone con alti guadagni in un'assicurazione sanitaria privata, ora i destinatari di Hartz IV sono costretti a passare alla SHI. Tale regolamento non è ben compreso dai rappresentanti delle compagnie di assicurazione sanitaria. Il portavoce dell'organizzazione ombrello delle compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie, Florian Lanz, ha dichiarato: "Si potrebbe quasi avere l'impressione che questa dovrebbe essere la prossima misura di sostegno per le compagnie di assicurazione sanitaria private che soffrono di aumenti dei premi".

Ma il problema in quanto tale deve essere risolto. Molti malati di Hartz IV non sanno più come sfuggire alla trappola dei costi. Migliaia di persone non possono più pagare le bollette perché la bassa tariffa standard di 359 euro non è più sufficiente per i contributi dell'assicurazione sanitaria privata. Secondo gli esperti, entro la fine dell'anno gli arretrati premium saranno saliti a 400 milioni di euro. Anche l'associazione delle compagnie private di assicurazione sanitaria è intervenuta nella discussione in corso. Il loro capo, Volker Leienbach, richiede che le agenzie di collocamento assumano integralmente i premi anziché le varianti proposte. Queste richieste possono essere confermate anche dalla sentenza del Tribunale sociale federale prevista per gennaio. Gli economisti sanitari stimano che ciò costerebbe ai contribuenti circa 20 milioni di euro all'anno. Non una grande somma, in realtà. Ma i politici ora temono che, con un simile regolamento, le compagnie di assicurazione sanitaria statali si scateneranno e chiederanno anche la piena quota dei costi per l'assicurazione sanitaria. Ciò a sua volta può comportare costi annuali di circa 200 milioni di euro.

Tuttavia, il governo federale non vuole raccogliere tale somma. Ecco perché questa variante non è nemmeno formulata nella bozza. Sarebbe quindi meglio per il bilancio statale spingere i disoccupati di lungo periodo nei fondi statutari. Tale misura allevierebbe in modo significativo il sistema PKV. Alla fine, le vittime di questo regolamento sarebbero i membri delle compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie. Secondo il GKV Verband, gli assicuratori sanitari avrebbero già raccolto un sussidio di 60 euro per ciascun beneficiario di Hartz IV. Se i destinatari di Hartz IV interessati fossero ora costretti a entrare nel sistema di assicurazione sanitaria legale, la quota di costo aggiuntiva salirebbe alle stelle. Ciò potrebbe comportare un aumento dei contributi sotto forma di contributi aggiuntivi. Il portavoce del GKV ha quindi chiesto al legislatore di pagare "contributi di assicurazione sanitaria" anche per i beneficiari di Hartz IV.

Il Fondo generale di assicurazione sanitaria locale (AOK) era particolarmente interessato al progetto di legge. "L'assicurazione sanitaria politica non deve essere utilizzata in modo improprio come fondo di salvataggio per l'assicurazione sanitaria privata", ha dichiarato Jürgen Graalmann, vicepresidente dell'associazione federale AOK. Qui ti viene infine chiesto di creare giustizia. O la compagnia di assicurazione sanitaria privata deve anche coprire il divario tra i beneficiari dell'indennità di disoccupazione II, oppure "le compagnie di assicurazione sanitaria ricevono anche una sovvenzione superiore per i beneficiari di Hartz IV, come richiesto dall'assicurazione sanitaria privata".

Nel Ministero Federale del Lavoro, vengono fatti sforzi per non far ribollire la questione. Un portavoce ha negato che sia già disponibile un disegno di legge completo. Si parlerebbe attualmente con il Ministero federale della sanità di un regolamento uniforme. (Sb)

Leggi anche:
Trasferimento SHI dei destinatari di Hartz IV?
Arge deve pagare i contributi PKV a Hartz IV
Acquisizione dei contributi PKV per i destinatari di Hartz IV

Credito fotografico: uschi Dreiucker / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: ASSISTENZA SANITARIA USA. Come Funziona La Sanità negli Stati Uniti: Assicurazioni e Obamacare


Articolo Precedente

Rischio di cancro: troppa acrilamide negli alimenti

Articolo Successivo

Influenza aviaria nel Brandeburgo: autorità allarmate