PKV e medici discutono delle tasse


PKV vuole risparmiare sulle spese mediche

Riforma del programma delle spese mediche: la disputa sulle spese tra medici e compagnie di assicurazione sanitaria privata arriva al culmine.

(10.12.2010) La controversia tra l'assicurazione sanitaria privata (PKV) e la professione medica sulla progettazione del regolamento delle tasse sta arrivando a un punto. Mentre l'associazione PKV chiede al governo federale nero e giallo una "clausola di apertura" per la riforma annunciata del Programma delle tasse mediche (GOÄ) al fine di poter negoziare servizi dentali e medici al di fuori dello stato GOÄ, i medici si oppongono con veemenza a tale trasformazione l'entità delle commissioni. Il PKV spera che la "clausola di apertura" aumenterà la concorrenza tra i medici e quindi ridurrà i costi, ma la professione medica teme il dumping dei prezzi combinato con un corrispondente calo degli utili.

PKV richiede "clausola di apertura" nel prospetto delle tasse Apparentemente ispirato alle concessioni a cui il Ministro federale della sanità Dr. Philipp Rösler (FDP) ha spianato la strada nell'ambito della riforma dell'assistenza sanitaria, gli assicuratori privati ​​stanno andando in offensiva e non stanno solo chiedendo al governo federale di modernizzare fondamentalmente GOÄ, il che dovrebbe portare maggiore trasparenza alle normative sulle tasse. Richiedono inoltre l'introduzione di una "clausola di apertura" in modo che in futuro possano negoziare direttamente con medici e dentisti sui servizi e sui costi.

Questa proposta regolarmente presentata di contratti selettivi incontra forti critiche tra i medici. Sia l'Associazione medica tedesca (BÄK) che la Società tedesca per assicurati e pazienti (DGVP) vedono la "clausola di apertura" come un "grave rischio per le cure mediche e dentistiche". Tuttavia, la professione medica e la PKV concordano sul fatto che le norme sulle tariffe per la professione medica devono essere urgentemente riviste. Perché il GOÄ, che regola i pagamenti delle tasse per i rispettivi servizi medici, non è stato aggiornato per decenni. Ciò si traduce in un'inconfondibile discrepanza tra i benefici o la remunerazione previsti e la realtà medico-tecnica. Numerosi nuovi metodi di trattamento innovativi non sono nemmeno coperti dal precedente catalogo di servizi. Pertanto, il governo federale di CDU / CSU e FDP vuole iniziare a modernizzare il GOÄ l'anno prossimo, il che spiega l'attuale resa dei conti tra l'assicurazione sanitaria privata e la professione medica.

I medici temono il dumping dei prezzi La concorrenza mirata tra i medici sarebbe "rovinosa", poiché l'aumento della pressione sui costi porterebbe a una diminuzione della qualità del trattamento, secondo la posizione di BÄK e Peter Engel, presidente dell'Associazione dentale tedesca (BZÄK), parla persino di una "aldizzazione della medicina". Oltre al prevedibile dumping sui prezzi, i contratti selettivi resi possibili con la "clausola di apertura" influenzerebbero anche la libera scelta del medico e la libertà di terapia, quindi la paura della professione medica. I dottori hanno sostenuto la continuazione delle attuali norme sulle tasse statali simili alla loro forma precedente, poiché hanno una "funzione protettiva" per medici e pazienti. In ogni caso, la "clausola di apertura" utilizza solo il PKV per controllare i pazienti e aumentare i propri profitti, secondo la posizione dei medici.

Gli assicuratori sanitari privati ​​sottolineano le "conquiste della libertà contrattuale", ma la posizione dei medici non è comprensibile per l'assicurazione sanitaria privata. “La libertà di negoziazione e lo strumento del contratto sono più vecchi della previdenza sociale tedesca. Fanno parte della natura della nostra società liberale ", ha dichiarato alla rivista" Apotheken Umschau "Reinhold Schulte, CEO della società privata di assicurazioni sanitarie Signal Iduna. Schulte critica il fatto che da un lato i medici sottolineano sempre il loro lavoro da freelance, ma a quanto pare non sanno cosa fare con il "raggiungimento della libertà contrattuale". "Preferiresti preferire un regolamento governativo centralizzato piuttosto che negoziare tu stesso un accordo trasparente", ha detto Schulte, spiegando la sua visione della posizione medica. I dottori “stanno di fatto sostenendo il divieto statale di negoziare. Nessuno se lo sarebbe aspettato da una professione freelance ", continua Schulte.

I tagli temuti dalla professione medica sotto forma di bilancio o limitazione delle spese sono, secondo l'associazione PKV, infondati. Approcci appropriati non sono nel concetto di assicurazione sanitaria privata per riformare la regolamentazione delle tasse, ma il PKV vuole solo un "miglioramento della qualità" senza specifiche rigide che non offrano possibilità di deviazione.

PKV spera di risparmiare sui costi
L'associazione PKV non nega che anche gli assicuratori privati ​​vogliano ridurre le loro spese con la "clausola di apertura" per essere più competitivi e a prova di futuro. Perché in vista dell'aumento delle spese per servizi ambulatoriali tra il 2007 e il 2009 di oltre il dodici percento e aumenti simili nell'area dei servizi dentistici, vi è un urgente bisogno di intervento dal punto di vista delle compagnie di assicurazione sanitaria private. Dal punto di vista della compagnia di assicurazione sanitaria privata, la "clausola di apertura" non dovrebbe costituire un problema nemmeno per i medici, poiché anche con il proposto adattamento del GOÄ, i contratti tra medici e compagnie di assicurazione sanitaria private possono essere conclusi solo di comune accordo, cioè possono essere fatti con reciproca soddisfazione. Tuttavia, gli assicuratori privati ​​tacciono sul fatto che la loro posizione negoziale per i relativi contratti è probabilmente molto migliore di quella dei professionisti medici. Con il loro potere di mercato, sarebbero in grado di abbassare significativamente i prezzi per i servizi medici, il che non sarebbe necessariamente di beneficio per il paziente e certamente svantaggierebbe per il medico. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Le Supercars SEQUESTRATE allEvasore Nullatenente


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva