L'influenza suina non è motivo di panico


Ritorno dell'influenza suina? Due morti in Bassa Sassonia e 15 malattie in Assia. I ministeri chiedono quindi alla popolazione di essere vaccinata contro l'influenza. Ma c'è motivo di panico?

Dopo due morti per influenza suina avvenute nella Bassa Sassonia, l'argomento ha nuovamente dominato i titoli della Germania. E anche i politici di altri stati federali sono costretti ad agire. Ad esempio, il ministro degli Affari sociali dell'Assia Stefan Grüttner (CDU) e il suo collega Aygül Özkan (CDU) della Bassa Sassonia hanno nuovamente chiesto la vaccinazione antinfluenzale. Ma le due morti in Bassa Sassonia sono di nuovo motivo di panico?

I decessi per influenza suina non hanno motivo di panico Secondo gli esperti, i decessi attuali di una bambina di tre anni e di un 51enne con condizioni preesistenti croniche significative non offrono alcun motivo di panico, così come il professor Hans-Dieter Klenk dell'Istituto di virologia dell'ospedale universitario di Marburg riguardo alla stazione radio "Hr- INFO" ha spiegato. Perché sebbene l'Organizzazione mondiale della sanità abbia dichiarato che la pandemia di influenza suina si è conclusa ad agosto, secondo gli esperti il ​​virus H1N1 potrebbe sempre ripresentarsi durante la stagione influenzale stagionale. E il virus H1N1 non è stato finora classificato come più pericoloso di altri agenti patogeni che circolano anche in Germania, ha spiegato il dott. Christian Meyer del Bernhard Nocht Institute (BNI) per la medicina tropicale ad Amburgo di fronte al "Frankfurter Rundschau". La maggior parte degli esperti stima che il rischio per la salute derivato dall'influenza comune sia di gran lunga superiore alla minaccia del patogeno H1N1. Nella pandemia di influenza suina, la situazione era anche sostanzialmente diversa, perché "a quel tempo, l'agente patogeno in gran parte sconosciuto prima appariva al di fuori della stagione influenzale", ha spiegato il dott. Winfried Kern della Clinica universitaria di Friburgo. "Ora siamo nel mezzo della stagione influenzale", in modo che i casi di influenza suina non siano un motivo particolare di preoccupazione, ha sottolineato il dott. Nucleo.

Il ministro degli Affari sociali dell'Assia chiede la vaccinazione antinfluenzale In vista del picco d'influenza stagionale atteso alla fine di gennaio e dei 15 casi comprovati di influenza suina in Assia - 11 sono stati aggiunti solo a dicembre - il Ministro degli affari sociali dell'Assia Grüttner ha esortato nuovamente a vaccinare la popolazione. Il vaccino contro l'influenza stagionale di quest'anno funziona non solo contro i comuni agenti patogeni influenzali, ma anche contro l'influenza suina, come ha affermato Grüttner. Anche il Berlin Koch Institute (RKI) di Berlino raccomanda la vaccinazione, perché a seconda della gravità dell'influenza, ogni anno in Germania ci sono da 8.000 a 10.000 morti. Era prevedibile che il patogeno H1N1, "che era di nuovo nell'emisfero meridionale durante la stagione influenzale, sarebbe riapparso come influenza stagionale", ha sottolineato il professor Hans-Dieter Klenk. "L'ondata di influenza arriva ogni anno e la gente ne muore ogni anno", ha aggiunto un portavoce della RKI. Le attuali morti per H1N1 non sono affatto le prime in Germania dopo la fine ufficiale della pandemia. "Un caso era già noto in ottobre", in cui una donna di 20 anni, che aveva anche avuto precedenti patologie croniche, è deceduta per insufficienza multiorgano dopo un'infezione da H1N1, ha detto la portavoce della RKI.

Il livello più alto dell'onda influenzale alla fine di gennaio / inizio febbraio Secondo il medico di Friburgo, quanto sarà grave l'onda influenzale quest'anno Winfried Kern difficilmente può essere stimato finora. Gli esperti prevedono che il picco della stagione influenzale di quest'anno si terrà a fine gennaio / inizio febbraio. Successivamente, "il numero di casi segnalati di solito diminuisce nuovamente a marzo", ha spiegato il dott. Nucleo. Secondo l'RKI, 110 casi di influenza sono stati rilevati nell'attuale stagione influenzale all'inizio di dicembre, 32 dei quali hanno dimostrato di essere causati dal virus H1N1. Secondo la portavoce della RKI, altri 50 casi di influenza non sono ancora stati risolti. È possibile che il numero di casi non segnalati sia significativamente più elevato e poiché l'influenza suina non è più soggetta a notifica, non è chiaro quante persone siano effettivamente morte a causa dell'agente patogeno H1N1, ha detto la portavoce RKI. Tuttavia, l'RKI stima che le cifre attuali non offrano alcun motivo di panico. "Solo se due decessi causati da H1N1 fossero aggiunti ogni giorno nelle prossime settimane questo sarebbe insolito e motivo di preoccupazione", ha sottolineato il dott. In generale, il medico di Friburgo consiglia anche di "vaccinare" i pazienti con patologie di base ", per cui una vaccinazione adeguata è particolarmente raccomandata per le persone anziane dai 60 anni di età e malate croniche. "Non è troppo tardi per la vaccinazione contro l'influenza", ha sottolineato il dott. Kern, perché il tempo fino al picco atteso dell'onda influenzale è ancora sufficiente per creare una protezione completa dopo la vaccinazione - ci vogliono circa due settimane.

I patogeni H1N1 non scompaiono semplicemente A seguito della pandemia di influenza suina, i patogeni H1N1 "nell'ultimo anno hanno ampiamente sostituito i tipi di virus che erano stati precedentemente circolanti e diffusi in tutto il mondo", spiega il Dr. E anche se l'OMS ha dichiarato definitivamente la pandemia nell'agosto 2010, il consigliere speciale dell'OMS per le pandemie influenzali, Keiji Fukuda, ha avvertito all'epoca che il virus non era fuori dal mondo quando la pandemia si è conclusa. Dr. Christian Meyer del BNI ha spiegato che i tedeschi devono essere preparati al fatto che il virus H1N1 apparirà ancora e ancora nella stagione influenzale, perché "qualcosa del genere non scompare di nuovo." Di conseguenza, i casi attuali sono probabilmente solo l'inizio di uno nel futuro in futuro scenari previsti. (Fp)

Leggi anche:
2 decessi per influenza suina in Germania
Il vaccino antinfluenzale protegge anche dall'influenza suina

Immagine: Gerd Altmann / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Stefano Iacus - Big Data: Grandi Errori o Grandi Opportunità?


Articolo Precedente

Troppe caramelle possono causare dipendenza

Articolo Successivo

La maggior parte dei tedeschi lavora anche in vacanza