L'iniziativa si mobilita contro l'ingegneria genetica



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'iniziativa "Diversity Life" richiede: fermare l'ingegneria agro-genetica ora

Apparentemente il governo tedesco continua a attenersi all'ingegneria agro-genetica: anche nel 2011 la patata genetica Amflora è soggetta a un permesso di coltivazione. A livello dell'UE, esistono attualmente 28 procedure di autorizzazione per la coltivazione di organismi geneticamente modificati (OGM). Ciò nonostante il fatto che, secondo un sondaggio commissionato dal Ministero federale dell'ambiente, l'87% dei tedeschi respinga l'ingegneria genetica verde. I rappresentanti della Diversity Life Initiative vogliono quindi presentare una petizione al Bundestag tedesco a febbraio. L'obiettivo: una moratoria di coltivazione per l'ingegneria agro-genetica. La "vita della diversità" è una delle più grandi alleanze contro l'ingegneria agro-genetica e per la conservazione della diversità. Su iniziativa di Alnatura, oltre 100 partner (tra cui WWF, Bioland, Rapunzel, Lebensbaum, Hess Natur, Weleda) lavorano insieme. Tutti i consumatori che criticano l'ingegneria genetica sono invitati a usare la propria voce per partecipare alle attività della vita della diversità. "L'ingegneria agro-genetica è un rischio per le persone e l'ambiente", ha dichiarato Felix Prinz zu Löwenstein, presidente dell'industria federale degli alimenti biologici (BÖLW), firmatario della petizione pubblica e rappresentante politico dell'iniziativa. “Bisogna garantire che l'agricoltura e la produzione alimentare siano possibili a lungo termine senza ingegneria agro-genetica. E questa tecnologia non deve essere utilizzata per così tanto tempo ".

Secondo l'opinione degli oppositori dell'ingegneria genetica, la moratoria è indispensabile perché la precedente procedura di autorizzazione per gli OGM è inadeguata e non trasparente. L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) responsabile non svolge le proprie indagini, ma controlla solo gli studi condotti dalla stessa agroindustria. Non esistono studi significativi a lungo termine sui rischi per l'ambiente e la salute delle piante geneticamente modificate. Inoltre, all'EFSA viene negata la mancanza di neutralità in materia di ingegneria genetica, poiché molti esperti dell'autorità dell'UE hanno precedentemente lavorato per l'industria agroalimentare. L'EFSA non ha mai respinto una domanda di approvazione per piante geneticamente modificate. I ministri dell'ambiente dell'UE hanno quindi definito inadeguati i metodi di prova per le piante geneticamente modificate.

La coltivazione commerciale di piante geneticamente manipolate è iniziata nel 1996 negli Stati Uniti. Da allora, l'ingegneria agro-genetica si è espansa rapidamente, soprattutto per colture ad alto rendimento come soia, mais, cotone e colza. 25 paesi stanno attualmente costruendo organismi geneticamente modificati, principalmente Stati Uniti, Brasile, Argentina, India e Canada. L'area coltivata per le piante OGM sta diminuendo all'interno dell'UE. Il mais Bt geneticamente modificato (MON810) è autorizzato qui dal 1998 e la patata Amflora è stata approvata per la coltivazione dal 2010. La coltivazione di MON810 è attualmente vietata in Germania e in altri sette paesi dell'UE. Nel 2009, il ministro federale dell'agricoltura Ilse Aigner ha descritto il divieto come misura precauzionale per proteggere i consumatori e ha dichiarato: "Concludo che vi sono buone ragioni per ritenere che il mais geneticamente modificato dalla linea MON810 rappresenti un rischio ambientale".

L'ingegneria agro-genetica causa enormi problemi ecologici, sociali ed economici: la diversità della natura viene dimostrata ridotta attraverso l'uso dell'ingegneria genetica; Gli agricoltori diventano economicamente dipendenti a causa di piante GM brevettate e l'agricoltura biologica è minacciata a medio termine. Gli studi con mais Bt mostrano che il veleno batterico secreto dalla pianta genetica funziona anche contro lombrichi, farfalle e numerosi insetti benefici. Inoltre, la difesa antiparassitaria non funziona come previsto. Dopo qualche tempo, i parassiti degli insetti, come il trapano per capsule di cotone, sviluppano una resistenza al veleno che è costantemente presente nel mais Bt.

Il presunto vantaggio di queste piante geneticamente modificate, vale a dire l'uso ridotto di spray chimici, non è quindi più applicabile. A causa del crescente uso di OGM, anche quegli agricoltori che non vogliono avere nulla a che fare con l'ingegneria genetica sono nei guai. Il volo, il trasporto o lo stoccaggio del polline può portare a contaminazioni indesiderate. Ciò rende praticamente impossibile la coesistenza di ingegneria agro-genetica e agricoltura senza OGM. È qui che entra in gioco l'iniziativa "Diversity Life": gli alleati si impegnano a mantenere la libertà di scelta e la diversità. All'inizio della campagna alla fiera Biofach del 15 febbraio 2011 a Norimberga, inizia una campagna di firma pluriennale contro l'ingegneria agro-genetica, rivolta al ministro federale Ilse Aigner. Ciò sarà accompagnato da una petizione pubblica online. Il periodo di abbonamento dovrebbe iniziare alla fine di marzo 2011. L'obiettivo è raccogliere almeno 50.000 firme nelle prime tre settimane per ottenere un'audizione pubblica davanti alla commissione per le petizioni del Bundestag tedesco. Sul sito Web centrale della campagna www.vielfalterleben.info, le parti interessate possono ora trovare tutte le informazioni importanti, nonché le date attuali e le opzioni di partecipazione. (Pm)

Crediti fotografici: logo dell'Iniziativa.

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Come la mappatura del genoma può influenzare il nostro futuro. MAURO MANDRIOLI. TEDxRovigo


Articolo Precedente

Rischio di cancro: troppa acrilamide negli alimenti

Articolo Successivo

Influenza aviaria nel Brandeburgo: autorità allarmate