TBE e malattia di Lyme da punture di zecche



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Meningoencefalite dell'inizio dell'estate e malattia del morso di zecca

Il rischio di punture di zecche aumenta in modo significativo con l'inizio del tempo primaverile. L'Università di Hohenheim avverte che ciò aumenta anche il rischio di malattia di Lyme o meningoencefalite dell'inizio dell'estate (TBE).

Un morso di zecca (noto anche come un morso di zecca) può trasmettere agenti patogeni che causano la malattia di Lyme o la meningoencefalite dell'inizio dell'estate (infiammazione del cervello / meningi). Entrambe le malattie possono avere significativi problemi di salute per le persone colpite e dovrebbero essere urgentemente trattate dal punto di vista medico.

La TBE ha conseguenze sulla salute a lungo termine Gli agenti patogeni entrano nella ferita dell'ospite quando una zecca morde, perché le zecche restituiscono nella ferita i residui di cibo indigeribili del sangue nella ferita. Le malattie da borreliosi e TBE minacciano conseguenze a lungo termine sulla salute. Dr. Reinhard Kaiser, capo neurologo della Clinica della città di Pforzheim, ha spiegato che, ad esempio, "circa il 70% dei pazienti affetti da TBE (...) soffre di danni conseguenti". I sintomi iniziali simil-influenzali come febbre, mal di testa e dolori muscolari possono essere seguiti da significativi danni alla salute, come paralisi, problemi respiratori, disturbi della coscienza, disturbi del linguaggio e dell'equilibrio, tra cui coma o morte. "La metà dei pazienti soffriva anche di paralisi, difficoltà respiratorie, problemi di equilibrio o deglutizione e disturbi del linguaggio dieci anni dopo l'infezione", ha spiegato il principale medico di neurologia, riferendosi ai risultati di uno studio a lungo termine in corso. Inoltre, il 30 percento dei partecipanti allo studio è deceduto entro dieci anni dalle conseguenze della meningoencefalite dell'inizio dell'estate, Dr. Reinhard Kaiser in una conferenza stampa all'Università di Hohenheim la scorsa settimana.

È necessaria la protezione contro le zecche quando si rimane all'aperto Dopo un'infezione con TBE da una puntura di zecca, in particolare i pazienti il ​​cui cervello è anche colpito dal midollo spinale soffrono di problemi di salute particolarmente gravi, ha spiegato il Dr. Imperatore. Complessivamente, solo il 20% circa dei pazienti affetti da TBE nello studio a lungo termine, progettato per durare oltre dieci anni, si era completamente ripreso. Con la stagione più calda, le persone che trascorrono molto tempo all'aperto dovrebbero prestare maggiore attenzione ai possibili morsi di zecca. Quando torni a casa, è tempo di cercare nel corpo i piccoli succhiasangue. Top a maniche lunghe, pantaloni lunghi e scarpe robuste offrono anche una protezione relativamente buona contro le zecche. Contrariamente alla credenza popolare secondo cui le zecche cadono dagli alberi, il rischio è maggiore su erba e prati. Chiunque nota un morso di zecca non dovrebbe cercare di rimuovere la zecca con olio, colla o alcool. Invece, il segno di spunta dovrebbe essere estratto con attenzione con una pinzetta fine, se possibile senza movimenti di rotazione. Se le persone colpite non si fidano di se stesse, consiglia il Dr. Kaiser visita urgentemente il medico.

Infezioni da Lyme da punture di zecche È necessario consultare un medico se, dopo una puntura di zecca, compaiono i segni simil-influenzali della malattia da TBE - come febbre, mal di testa e dolori muscolari - o se si forma una grande macchia rossa attorno al sito di iniezione. Questo è il tipico segno della malattia di Lyme. Nel caso di un'infezione da malattia di Lyme, oltre al possibile arrossamento della pelle, anche i sintomi simil-influenzali, la cosiddetta "influenza da malattia di Lyme", si verificano entro due settimane dal morso di zecca. Inoltre, ci sono spesso sensazioni significative di affaticamento e stanchezza, nonché dolore alle articolazioni e agli arti. Poiché la malattia di Lyme può manifestarsi come una malattia cronica, il trattamento medico deve essere iniziato il prima possibile nella fase iniziale della malattia. Risultati relativamente buoni possono essere ottenuti con antibiotici, che promettono la guarigione con un dosaggio sufficientemente alto e lungo.

Malattia di Lyme cronica come possibile conseguenza Ad oggi, gli esperti non concordano sulla quantità e la durata del dosaggio di antibiotici per il trattamento della malattia di Lyme. Tuttavia, se la malattia non viene trattata, i patogeni possono iniziare a diffondersi in tutto il corpo e possono innescarsi numerosi altri sintomi come il cambiamento di dolori articolari, disturbi del senso del tatto, disturbi visivi e problemi cardiaci. I patogeni della borreliosi colpiscono non solo altri organi, articolazioni e muscoli, ma anche il sistema nervoso centrale e periferico. Se il trattamento non ha successo in questa seconda fase della malattia di Lyme, la malattia entra in uno stadio cronico con sintomi costantemente ricorrenti. Pertanto, secondo gli esperti, l'assistenza medica è immediatamente necessaria anche per le più piccole caratteristiche della malattia di Lyme.

Vaccinazione contro la tubercolosi Il rischio di malattia di Lyme dopo una puntura di zecca non può essere influenzato, ma la tubercolosi può essere prevenuta con l'aiuto di una vaccinazione. Kaiser alla conferenza stampa dell'Università di Hohenheim. Le possibili complicanze del vaccino rispetto agli enormi rischi per la salute di una malattia da TBE sono praticamente trascurabili, perché "con 1,5 casi per milione di vaccinazioni, le complicanze sono estremamente rare", ha sottolineato il dott. Tuttavia, alla luce del rischio minimo di malattia, i benefici della vaccinazione possono anche essere messi in discussione. Secondo il dott. Isolde Piechotowski del Ministero del Lavoro e dell'Ordine Sociale, Famiglie e Anziani riferisce annualmente da 100 a 150 casi di TBE nel Baden-Württemberg. Ciò significa che il rischio di TBE nel Baden-Württemberg è chiaramente il più alto in Germania, eppure il numero di malattie è relativamente gestibile. Le vaccinazioni contro la tubercolosi promettono quindi pochi benefici se non vivi in ​​un'area a rischio speciale e raramente trascorri del tempo all'aperto. Leggi anche Prevenzione dei morsi di zecca. (Fp)

Leggi anche:
Prevenzione: non farti prendere dal panico per le zecche
Salute: nessuna vaccinazione contro le zecche

Immagine: Echino /Pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Malattia di Lyme. Da zecca ad animali fino allumano. La più rapida dopo Aids


Articolo Precedente

Scambiati bambini in ospedale australiano

Articolo Successivo

Sigarette più dannose per le donne