Pediatri: l'assistenza all'infanzia è inadeguata oggi


I pediatri chiedono controlli migliori

I pediatri tedeschi chiedono la riforma dei controlli medici preventivi. I problemi dei bambini sono diversi oggi rispetto a 40 anni fa. Secondo l'associazione professionale di bambini e adolescenti, gli attuali programmi di prevenzione sono "obsoleti".

Oggi i bambini sono esposti a una dieta ricca di grassi e zuccheri. Un consumo eccessivamente elevato dei media porta anche sempre più a enormi problemi comportamentali. L'Associazione dei pediatri tedeschi mette quindi in guardia in un appello contro le conseguenze di questi (errati) sviluppi. Quando bambini e adolescenti vanno dal dottore in questi giorni, i problemi sono diversi rispetto a quaranta anni fa. Pertanto, i programmi di cure preventive devono essere urgentemente adattati e riformati, hanno avvertito i pediatri.

Il programma di individuazione precoce della malattia ha più di 40 anni e l'inclusione del programma di individuazione precoce della malattia per i bambini nel catalogo delle prestazioni dell'assicurazione sanitaria obbligatoria nel 1971 ha rivoluzionato lo sviluppo della salute dei bambini. All'epoca la Germania era pioniera nella cura dei bambini. Molti paesi hanno quindi seguito la creazione di regolari date degli esami, i cosiddetti esami U, e hanno anche sviluppato programmi dello stesso valore. Lo scopo degli esami preventivi era identificare tempestivamente sviluppi o disturbi indesiderati in modo che potessero essere trattati il ​​prima possibile. Ciò ha impedito malattie croniche e malposizioni in centinaia di migliaia di bambini. L'obiettivo principale era riconoscere le malattie metaboliche, i ritardi nello sviluppo, i problemi comportamentali, le malattie del sistema nervoso, gli organi sensoriali come occhi, orecchie e naso, nonché la rilevazione tempestiva e il trattamento delle malformazioni dei denti. Si trattava quindi principalmente di controlli sanitari e vaccinazioni tempestive per la protezione dei minori.

I pediatri chiedono una riforma dell'assistenza all'infanzia, da allora sono passati più di 40 anni. La società e quindi la crescita dei bambini è sostanzialmente cambiata da allora. I medici chiedono pertanto una riforma dei controlli medici preventivi dall'infanzia all'adolescenza. "Dobbiamo abbandonare il vecchio concetto di diagnosi precoce, vale a dire il primo rilevamento possibile delle malattie esistenti (la cosiddetta prevenzione secondaria), al concetto di prevenzione dello sviluppo di malattie, vale a dire la prevenzione primaria". Poiché i programmi di prevenzione sono più contemporanei, ha affermato il presidente dell'associazione professionale dei pediatri, il dott. Wolfram Hartmann, venerdì a Berlino.

Comportamentale e sovrappeso
Le malattie dei bambini nel 2011 differiscono in alcuni casi dai bambini 40 anni fa. I dottori adolescenti parlano quindi di "nuove malattie" nei giovani pazienti. Secondo uno studio scientifico, circa il 14 percento di tutti i bambini soffre di obesità. Il sei percento ha mostrato obesità patologica in giovane età. La complicazione più grave è il diabete di tipo II All'epoca, quando fu lanciato il programma, non era possibile pensare che anche i bambini piccoli potessero soffrire di "diabete legato all'età". Anche i disturbi psicologici come la depressione erano inimmaginabili. Secondo la psichiatria infantile e adolescenziale, fino al 7% dei bambini soffre già di episodi depressivi. Se i genitori non sono molto impegnati e i bambini tendono ad usare modelli multimediali da Internet o dalla televisione, gli episodi possono persino portare a disturbi comportamentali manifestati. Un altro sette percento mostra un comportamento sociale alterato, sviluppa fobie sociali, soffre di difficoltà di concentrazione o mostra deficit di attenzione. Se i bambini provengono da famiglie socialmente svantaggiate, vengono spesso osservati problemi motori e disturbi del linguaggio e del linguaggio.

Dopotutto, il 90 percento dei genitori frequenta regolarmente gli esami con i propri figli. Tuttavia, "le consultazioni di 20 minuti con il pediatra" non erano più sufficienti per gli indicatori di oggi. "Siamo molto preoccupati per il numero crescente di bambini con deficit dello sviluppo, in particolare lingua, cognizione, comportamento sociale, ma anche abilità motorie, che in gran parte falliscono a scuola con questi handicap", ha detto il dott. Dr. Hartmann. Di conseguenza, i medici dovrebbero avvicinare i genitori alla lettura e spiegare come leggere un libro con i loro figli. Anche gli asili nido e le scuole dovrebbero diventare partner dei pediatri al fine di compensare eventuali problemi che possono sorgere. "Un buon asilo nido è meglio per lo sviluppo del linguaggio di un bambino che un logopedista", ha detto il portavoce dell'associazione, il dott. Fegeler. Se un centro giovanile è ben curato, questo salva alcuni terapisti.

Lacune nell'età della scuola primaria
L'associazione professionale considera inaccettabile il divario di offerta nella scuola primaria. Perché non tutte le compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie sono già finanziate per gli esami (U10 e U11). Gli U-Check riguardano principalmente l'ortografia, la lettura e le debolezze aritmetiche. I medici si concentrano anche sulle abilità sociali e sul consumo dei media durante gli esami preventivi. Sebbene i bambini di famiglie socialmente svantaggiate siano particolarmente colpiti, sono considerati particolarmente scontati. "Tra 6 e 10 anni, i pazienti non hanno diritto a tali esami". Solo i figli di genitori assicurati privatamente hanno diritto a un controllo annuale tra i 2 e i 14 anni. Questa è una medicina di due classi che l'associazione ha combattuto per decenni.

"Anche il gran numero di bambini in sovrappeso con disordini metabolici che soffrono precocemente di malattie cardiache e vascolari o diabete mellito sono fonte di grande preoccupazione". Le cure preventive primarie potrebbero prolungare la vita e anche risparmiare costi nel sistema sanitario perché non sono più necessarie terapie a lungo termine. L'associazione ha quindi chiesto che il concetto precauzionale che era già stato implementato fosse implementato, anche se era più complesso e costoso del precedente. Ma in futuro farà risparmiare costi. I medici hanno anche notato un aumento della fatica da vaccinazione. Nell'anno in corso due bambini erano già morti di morbillo. Pertanto, parla per un obbligo generale di vaccinazione. In Germania esiste la vaccinazione volontaria. (Sb)

Leggi anche:
La vita di campagna protegge i bambini dall'asma
Studio: il cibo finito rende i bambini stupidi
DAK sovvenziona l'osteopatia per i bambini
Sempre più bambini hanno mal di schiena

Immagine: Jutta Rotter / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: #DISTANTIMAUNITI con lAccademia internazionale di Brescia


Articolo Precedente

ETÀ: Listeria in La Dolce Crema Cucchiaio Gorgonzola

Articolo Successivo

Guarigione alternativa