La maggior parte dei tedeschi lavora anche in vacanza



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La maggior parte dei tedeschi lavora anche in vacanza

Oltre la metà dei tedeschi lavora anche in vacanza, secondo un recente sondaggio condotto dall'istituto di ricerche di mercato GfK. Gli uomini in particolare sembrano avere notevoli difficoltà a lasciare il lavoro quotidiano in vacanza.

Invece di rilassarsi e concedere riposo al corpo, il 58 percento dei lavoratori autonomi intervistati e il 53 percento dei dipendenti trascorrono anche del tempo in vacanza, secondo il sondaggio rappresentativo condotto per conto del portale di prenotazione "lastminute.de" con oltre 1.000 persone che lavorano I partecipanti.

Ogni secondo lavoratore lavora durante il periodo di vacanza Nel complesso, circa ogni secondo tedesco lavora durante le vacanze, anche se le donne tendono a spegnersi più facilmente degli uomini, riferisce l'agenzia di stampa "DPA". Il 54 percento delle donne trascorreva del tempo in vacanza, mentre la percentuale di uomini rappresentava un notevole 61 percento, hanno spiegato gli esperti dell'istituto di ricerche di mercato GfK. Il 55 percento degli intervistati ha dichiarato di essere stato contattato in vacanza dal datore di lavoro o dai clienti in merito a questioni professionali. Circa un quarto (24 percento) dei dipendenti ha affermato che il datore di lavoro ha richiesto l'accessibilità anche durante le vacanze. Tuttavia, l'occupazione con questioni professionali non sembra causare vero risentimento durante il periodo delle vacanze. Secondo i risultati dello studio GfK, solo il 31 percento degli intervistati ha dichiarato di essersi sentito disturbato da questo.

Rilassamento e relax dovrebbero venire prima in vacanza Alla domanda sul motivo del lavoro durante il periodo di vacanza, il 46 percento degli intervistati ha dichiarato il proprio senso di responsabilità, il 33 percento ha dichiarato che altrimenti è rimasto incompiuto e il 29 percento ha dichiarato di essere finalmente in vacanza Trovare tempo per cose professionali che altrimenti non avresti. In altre parole, le persone colpite vanno in vacanza per lavorare su questioni commerciali incompiute. Rilassamento, rilassamento e sollievo dallo stress sono spesso solo al secondo posto in vacanza, secondo l'ultimo studio GfK. Numerosi studi precedenti dimostrano che l'aumento dei problemi di salute e dei disturbi mentali nella forza lavoro è direttamente correlato alla pressione persistente da eseguire e alla mancanza di periodi di riposo. (Fp)

Leggi anche:
Epatite A: nessun alimento crudo in vacanza
Malattia del tempo libero: come il tempo libero può farti ammalare
Nanoparticelle nel latte solare

Immagine: Manfred Walker / pixelio.de.

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Michele Boldrin il Bipolare


Articolo Precedente

Scambiati bambini in ospedale australiano

Articolo Successivo

Sigarette più dannose per le donne