Il BPA passa dalle lattine alle persone


Il BPA passa dal cibo in scatola al corpo umano

Ricercatori statunitensi hanno scoperto che il bisfenolo A (BPA) chimico viene trasferito dal cibo in scatola al cibo che contiene in concentrazioni molto più elevate di quanto si pensasse in precedenza e viene consumato dall'uomo durante il consumo.

Mentre i ricercatori guidati da Jenny Carwile della Harvard School of Public Health (HSPH) riportano nell'attuale numero della rivista "The Journal of American Medical Association" (JAMA), hanno scoperto in uno studio finora unico che le persone colpite da cinque successive Giorni di zuppa in scatola, hanno mostrato un massiccio aumento del bisfenolo A nelle urine.

Cinque giorni di cibo in scatola fanno aumentare bruscamente la concentrazione di BPA Nel quadro della loro ricerca, i ricercatori guidati da Jenny Carwile hanno formato due gruppi con 75 partecipanti volontari allo studio e hanno servito loro zuppe vegetariane per un periodo di cinque giorni. Un gruppo riceveva circa 3,4 chilogrammi (12 once) di zuppa in scatola al giorno, al gruppo di controllo veniva fornita la stessa quantità di zuppa fresca, senza ingredienti in scatola. Dopo i primi due giorni, il gruppo è stato modificato per livellare leggermente i carichi iniziali tra i due gruppi. Come i ricercatori statunitensi della Harvard School of Public Health riportano, i partecipanti allo studio hanno mostrato un aumento significativo dei livelli di BPA nelle urine immediatamente dopo l'inscatolamento. Complessivamente, la concentrazione di BPA dei campioni di urina nel quarto e quinto giorno dello studio era di 20,8 microgrammi per litro nei soggetti in dieta in scatola rispetto a 1,1 microgrammi nel gruppo di controllo. Tuttavia, i ricercatori hanno anche rilevato 58 soggetti nel gruppo di controllo bisfenolo A nelle urine. Tuttavia, la concentrazione non ha iniziato a raggiungere i livelli riscontrati nei soggetti con cibo in scatola.

I produttori dovrebbero evitare il BPA nei loro prodotti Per i partecipanti allo studio con cibo in scatola, l'entità dell'aumento del BPA nelle urine dopo una sola porzione di zuppa era inaspettatamente alta, secondo i ricercatori statunitensi. Jenni Carwile e colleghi hanno spiegato che questo potrebbe essere motivo di preoccupazione per "le persone che consumano regolarmente cibo in scatola". I ricercatori hanno scoperto che i livelli aumentati di BPA immediatamente dopo il cibo in scatola nel presente studio erano estremi, ma questi potrebbero essere stati picchi temporanei. Ad esempio, sono necessarie ulteriori ricerche per studiare gli effetti a lungo termine degli aumenti di BPA negli alimenti in scatola nel corpo umano. Tuttavia, la ricerca attuale suggerisce che "potrebbe avere senso per i produttori testare la rimozione del BPA dalle fodere" delle lattine, ha affermato l'autore senior dello studio, Karin Michels.

Enormi rischi per la salute derivanti dal bisfenolo A chimico Il bisfenolo A è stato oggetto di critiche a lungo a causa delle possibili conseguenze sulla salute ed è stato proibito dalla legge, ad esempio in biberon e ciucci da marzo 2003. Da allora, quasi tutti i produttori con adesivi "senza BPA" hanno indicato che i loro ciucci e biberon non contengono più bisfenolo A. Tuttavia, il BPA viene ancora utilizzato in numerosi altri prodotti in plastica come bottiglie di plastica, giocattoli per bambini e anche i rivestimenti sulle lattine. I potenziali rischi per la salute che la sostanza chimica può comportare comprendono un aumento del rischio di malattie cardiovascolari, nonché carcinoma mammario e prostatico, disturbi dell'equilibrio ormonale e malattie delle ovaie. Anche i disturbi dello sviluppo - specialmente del cervello - nei bambini piccoli sono considerati una possibile conseguenza del BPA, così come i danni al genoma, un aumentato rischio di diabete e conseguenze negative nel corso della gravidanza. Inoltre, secondo gli esperti, i problemi di erezione e le menomazioni delle capacità riproduttive contano tra i rischi per la salute del bisfenolo A. Sembra che la sostanza chimica pericolosa sia ancora utilizzata nella produzione di giocattoli, ricevute, numerosi oggetti di uso quotidiano, ma anche imballaggi che vengono a contatto con il cibo quindi particolarmente critico. L'uso del BPA nel rivestimento di lattine con resine epossidiche dovrebbe anche essere interrotto urgentemente alla luce degli attuali risultati dell'indagine, soprattutto perché i prodotti in scatola svolgono il loro lavoro senza BPA. (Fp)

Continuare a leggere:
Il bisfenolo A rende le ragazze iperattive e aggressive
Ambientalisti: divieto di BPA completamente inadeguato
Divieto di bisfenolo-A nei biberon
I lobbisti prevengono il divieto del bisfenolo-A
Studio: le ragazze maturano sessualmente prima
Le sostanze chimiche attive nell'ormone minacciano la salute

Immagine: Karin Schumann / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: quello che esce dallorecchio di questo ragazzo è incredibile..


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva