Il consumo di latte è iniziato 7000 anni fa



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La gente viveva di latte 7000 anni fa

I prodotti lattiero-caseari a base di latte di pecora, di mucca e di capra sono oggi parte integrante della nutrizione in molte culture. Ricercatori britannici dell'Università di Bristol hanno usato frammenti di argilla per studiare quando il latte di animali domestici è stato utilizzato per l'alimentazione. Il risultato è sorprendente: lo yogurt era nel menu in Nord Africa circa 7000 anni fa. L'analisi dei frammenti di ceramica della regione del Sahara settentrionale ha mostrato che i prodotti lattiero-caseari erano stati consumati già nel 5.200 a.C., i ricercatori guidati da Julie Dunne e Richard P. Evershed dell'Università di Bristol sulla rivista "Nature". Secondo i ricercatori, le indicazioni per l'estrazione e la lavorazione precoci del latte di pecora, di mucca e di capra erano già risultate da pitture rupestri che mostrano bovini con mammelle piene e "persino immagini di persone che mungono le mucche". Tuttavia, questi dipinti rupestri non sono stati finora chiaramente datati.

Cocci di argilla come prova del consumo di latte preistorico Sulla base dell'analisi dei frammenti di argilla della regione del Sahara nella Libia meridionale, gli scienziati britannici sono stati ora in grado di fare una dichiarazione relativamente precisa sull'inizio del consumo di latte nel Nord Africa. Julie Dunne e Richard Evershed, insieme a colleghi americani, italiani e sudafricani, hanno esaminato 81 pezzi di argilla trovati nella regione del Sahara libico. La regione era un paesaggio lussureggiante che favoriva l'allevamento di mucche, capre e pecore, hanno spiegato gli scienziati. I frammenti trovati risalgono al periodo compreso tra 8.100 e 2.600 a.C. "Con l'aiuto di analisi molecolari e isotopiche", i ricercatori sono stati in grado di determinare quali grassi contenessero il cibo della popolazione in quel momento. I grassi comprovati a loro volta hanno permesso di trarre conclusioni sulla composizione del cibo.

I residui di grassi animali indicano un consumo precoce di latte A partire da circa 5.200 a.C., sui frammenti di ceramica sono stati trovati residui di alcuni grassi animali, il che suggerisce che il latte di pecora, capra e mucca sta iniziando a essere consumato, secondo Dunne ed Evershed. Nei frammenti su cui sono stati trovati isotopi di grassi, "almeno la metà dei grassi rilevati proveniva da prodotti lattiero-caseari", secondo gli scienziati britannici. In base a ciò, la popolazione del Nord Africa ha iniziato a praticare l'allevamento di bestiame da latte e la trasformazione del latte nutriente circa 7000 anni fa. Questi risultati confermano l'importanza dei prodotti lattiero-caseari per le persone preistoriche in Africa e "forniscono un contesto evolutivo per l'emergere della persistenza della lattasi in Africa", scrivono Julie Dunne e Richard P. Evershed. La persistenza della lattasi consente alle persone di consumare latte fresco senza indigestione come dolore addominale, gonfiore o diarrea. Una quantità sufficiente di lattasi (enzima digestivo) viene ancora prodotta in età adulta per abbattere lo zucchero del latte (lattosio). Tuttavia, non tutte le persone hanno questa proprietà. Ad esempio, fino al 90 percento della popolazione dell'Asia orientale è intollerante al lattosio, il che significa che il loro sistema digestivo non può abbattere lo zucchero del latte nella misura richiesta.

Latte difficile da digerire per molte persone Le persone preistoriche in Nord Africa credono anche che il consumo di latte fresco a causa della mancanza dell'enzima lattasi abbia causato notevoli problemi digestivi, scrivono i ricercatori britannici. Le persone dipendevano quindi dalla trasformazione del latte, poiché un'ulteriore lavorazione riduce il contenuto di lattosio dei prodotti lattiero-caseari. Le persone preistoriche erano probabilmente in grado di consumare latte come yogurt senza grandi lamentele. Nel corso dei millenni, le mutazioni si sono presumibilmente sviluppate nelle popolazioni che hanno utilizzato l'industria casearia, che è andata di pari passo con la persistenza della lattasi e ha permesso alla popolazione di godere del latte senza lamentele. Per la popolazione preistorica in Nord Africa, questa tolleranza al latte era, secondo i ricercatori, un decisivo vantaggio evolutivo, poiché erano anche in grado di soddisfare le loro esigenze fluide in questo modo. (Fp)

Continuare a leggere:
Ingrediente del latte per sovrappeso e diabete
Intolleranza al lattosio: latte di mandorle e cocco
L'allergia al latte vaccino si verifica nei bambini dopo 4 settimane
Il latte fresco della fattoria è salutare?
Latte speciale per bambini caro e superfluo
Metabolismo diverso da uomini e donne

Immagine: Almotti / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: COCA COLA - La verità bollita e con il latte


Articolo Precedente

Scambiati bambini in ospedale australiano

Articolo Successivo

Sigarette più dannose per le donne