Gravidanza: l'alcol provoca danni ai nervi


Aumento del danno neurologico dall'alcol in gravidanza

Ogni donna dovrebbe essere consapevole che il consumo di alcol durante la gravidanza può causare danni considerevoli al nascituro. Finora, la sindrome alcolica fetale (FAS) è stata considerata una conseguenza tipica del consumo di alcol nelle donne in gravidanza. Inoltre, ci sono i disturbi relativamente diffusi del sistema nervoso centrale, che comportano un rischio aggiuntivo per la prole.

Gli scienziati guidati da Devon Kuehn del National Institutes of Health di Bethesda (Maryland, USA) e Sofía Aros dell'Università del Cile a Santiago hanno scoperto che i disturbi neurologici riassunti sotto il termine "Disturbi dello spettro alcolico fetale" (FASD) sono più comuni Il fenomeno è chiamato sindrome alcolica fetale. Finora, tuttavia, questi disturbi della progenie causati dall'alcol durante la gravidanza sono spesso rimasti inosservati, secondo gli scienziati della rivista specializzata "Alcolismo: ricerca clinica e sperimentale".

Quasi 10.000 donne incinte sono state interrogate sul loro consumo di alcol. Come parte del loro studio di coorte, i ricercatori hanno inizialmente chiesto a 9.628 donne cilene il loro consumo di alcol durante la gravidanza. Delle donne incinte intervistate, 101 sono state selezionate che consumavano almeno quattro drink al giorno. 101 donne senza alcool durante la gravidanza hanno servito da gruppo di controllo. "Sono stati raccolti dati dettagliati sul consumo di alcol durante la gravidanza e i bambini fino a 8,5 anni sono stati esaminati nelle cliniche", scrivono i ricercatori guidati da Devon Kuehn e Sofía Aros. Al fine di evitare la falsificazione dei risultati, i medici investigatori nelle cliniche non sono stati informati, secondo gli scienziati, che alcune madri avevano bevuto durante la gravidanza.

L'80% dei bambini esposti all'alcol mostra anomalie I ricercatori riferiscono che l'80% dei bambini le cui madri avevano bevuto durante la gravidanza hanno avuto "una o più anomalie associate all'esposizione all'alcol". Gli scienziati hanno registrato anomalie funzionali del sistema nervoso centrale nel 44 percento dei bambini esposti all'alcol; nel gruppo di controllo, solo il 13,6 percento soffriva di menomazioni comparabili. Caratteristiche facciali anormali, che sono anche un'ovvia indicazione di alterazioni legate all'alcol nella prole dei medici, sono state trovate nel 17,3% dei bambini esposti all'alcol (rispetto all'1,1% nel gruppo di controllo). Le inibizioni della crescita hanno sofferto del 27,2 per cento dei bambini nel gruppo di esposizione all'alcool e del 12,5 per cento nel gruppo di controllo.

Il binge drinking comporta un rischio speciale "Il modello del consumo di alcol che presenta il rischio maggiore di compromissione indesiderata è il binge drinking con un'assunzione settimanale elevata" (in media 60 grammi di alcol al giorno), secondo i ricercatori. I fallimenti neurologici funzionali nella prole sono la conseguenza più comune del consumo di alcol durante la gravidanza. Poiché i bambini colpiti spesso non hanno menomazioni fisiche, questo danno derivante dall'esposizione prenatale all'alcool spesso non viene rilevato, Kuehn e Aros continuano. Numerosi bambini affetti con problemi neurologici verrebbero pertanto diagnosticati erroneamente.

ADHD e disturbi cognitivi dovuti all'esposizione prenatale all'alcool La misura in cui il consumo di alcol durante la gravidanza può avere un effetto di vasta portata si basa anche su uno studio condotto dal gruppo di ricerca guidato da Edward Riley dell'Istituto di psicologia, pubblicato anche sulla rivista "Alcoholism: Clinical & Experimental Research" dalla San Diego State University in California. Di conseguenza, l'esposizione prenatale all'alcool più avanti nella vita porta non solo ad un aumento dei disordini da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e ad altri problemi comportamentali, ma anche ad un deterioramento delle prestazioni cognitive. Questo effetto non potrebbe essere completamente risolto da influenze positive più avanti nella vita, riferiscono Riley e colleghi. La ricettività cognitiva rallentata si manifesta, ad esempio, nell'ipoattività (svogliatezza) e nel sognare ad occhi aperti. Secondo gli esperti, i bambini colpiti tendevano anche ad avere problemi di apprendimento e lingua. Nel complesso, le influenze negative del consumo di alcol durante la gravidanza sono così complesse che le donne in gravidanza dovrebbero essere avvisate di evitare del tutto l'alcol. (Fp)

Leggi anche sull'alcol in gravidanza:
Le donne in gravidanza ricche bevono alcolici più spesso
Migliaia di bambini con problemi di alcol
Nessun alcool durante la gravidanza
Gravidanza: non è richiesto alcool

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: La mia trasformazione con 12 allenamenti: Metodo Tim Ferris


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva