Alcune compagnie di assicurazione sanitaria vogliono rimborsare i contributi


Le compagnie di assicurazione sanitaria vogliono rimborsare gli assicurati

Le prime compagnie di assicurazione sanitaria hanno iniziato a pagare i loro miliardi di eccedenze agli assicurati. Soprattutto, il tecnico Krankenkasse prevede di distribuire almeno 100 euro ai contributori all'inizio dell'anno. Secondo un piccolo sondaggio della rivista "Focus", una compagnia di assicurazione sanitaria su tre sta considerando un premio. Altri si affidano a una più ampia gamma di servizi sanitari.

Oltre a Hanseatic e Techniker Krankenkasse, altri assicuratori sanitari previsti dalla legge prevedono ora di pagare parte delle eccedenze generate all'assicurato. Poiché il tasso di contribuzione è salito al 15,5% all'inizio del 2011, le spese nel settore farmaceutico, in particolare, sono diminuite in relazione alle entrate e il tasso di occupazione è aumentato, le compagnie di assicurazione sanitaria sono state in grado di accumulare un avanzo di almeno 20 miliardi di euro. I politici hanno ripetutamente chiesto agli assicuratori sanitari di utilizzare il reddito aggiuntivo per rimborsare i contributi. Secondo la rivista, sono stati intervistati 81 dei 146 registratori di cassa sul mercato. Uno su tre degli intervistati ha dichiarato di aver visto "possibilità di rimborsi di premi". Diciannove assicuratori della salute hanno persino affermato di lavorare già su modelli specifici che potrebbero rendere possibili i rimborsi. La maggior parte dei "fondi di assicurazione sanitaria disponibili" erano, secondo il sondaggio, fondi di assicurazione sanitaria aziendale (BKK).

Ricompense tra 50 e 100 euro all'anno e contributore Secondo la rivista, il 74 percento vuole fare una distribuzione per il 2012 tra 50 e un massimo di 100 euro. I pagamenti verranno effettuati nel prossimo anno. Il 10 percento ha dichiarato che avrebbe realizzato il basso pagamento, il 16 percento ha visto opportunità per un bonus oltre il limite di 100 euro. Coassicurati e bambini non ricevono un premio, ma solo gli assicurati che pagano loro stessi un contributo di assicurazione sanitaria.

I fondi tendono a fare affidamento su offerte aggiuntive Tuttavia, la maggior parte delle compagnie di assicurazione sanitaria è piuttosto critica nei confronti del pagamento dei contributi. Piuttosto, vogliono fare affidamento su più servizi sanitari. In base a ciò, l'84 percento dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di voler progettare ulteriori vantaggi per i soci. Ciò dovrebbe includere naturopatia, osteopatia, pulizia dei denti, corsi sportivi, prevenzione della salute e corsi speciali. I fondi vogliono finanziare le commissioni per tali offerte almeno per il prossimo anno.

Il 38 percento degli assicuratori sanitari intervistati sta spingendo per rilasciare il tasso standard giuridicamente vincolante del 15,5 percento. Prima della riforma sanitaria di Ulla Schmidt, le compagnie di assicurazione sanitaria erano in grado di determinare autonomamente il tasso di contribuzione e quindi competere direttamente con la concorrenza. Altri rappresentanti del contante ritengono che il tasso dovrebbe "almeno essere nuovamente abbassato" in base al reddito.

Le compagnie di assicurazione sanitaria pagano in media 30 euro e la rivista "Wirtschaftswoche" riporta che, oltre alla TK e alla Hanseatische, la compagnia finanzia "G + V BKK" e la BKK Wirtschaft e Finanz vogliono pagare una tassa. Tuttavia, non è stato ancora determinato l'importo esatto. Il BKK "A.T.U." ha annunciato che all'inizio del 2012 avrebbe "pagato ogni membro della cassa fino a 30 euro". Il giornale aveva intervistato le dieci maggiori compagnie di assicurazione sanitaria con un abbonamento di circa 35 milioni di assicurati.

Nessuna abolizione della tassa di studio Sebbene la tassa di pratica significhi un notevole sforzo amministrativo, soprattutto per l'ufficio del medico e non soddisfi il suo reale scopo di ridurre al minimo le "visite mediche non necessarie", la maggior parte degli assicuratori malattia mantiene la tassa trimestrale per le consultazioni del medico. Solo un quinto fondo sarebbe disposto ad abolire nuovamente la tassa di pratica. Dopotutto, l'assicurazione sanitaria obbligatoria da sola guadagna circa due miliardi di euro ogni anno a causa della tassa aggiuntiva.

L'associazione ombrello delle compagnie di assicurazione sanitaria (GKV) ha recentemente parlato con veemenza contro un rimborso dei contributi. "Il fondo sanitario potrebbe tornare in rosso nel prossimo anno", come si diceva. A causa dell '"imprevedibilità del fondo sanitario" non vi è spazio per pagamenti extra. Piuttosto, il denaro potrebbe essere utilizzato per una vasta gamma di servizi. (Sb)

Continuare a leggere:
Baviera: più soldi per medici e cliniche
La seconda compagnia di assicurazione sanitaria decide il premio
Techniker Krankenkasse paga i premi
Controversia per eccedenze elevate delle compagnie di assicurazione sanitaria
Le compagnie di assicurazione sanitaria dovrebbero rimborsare i contributi
AOK resiste al rimborso del premio
Politici sanitari: le compagnie di assicurazione sanitaria bruciano denaro
La coalizione vuole distribuire bonus dalle compagnie di assicurazione sanitaria

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Clever Web 8 luglio 2020


Articolo Precedente

ETÀ: Listeria in La Dolce Crema Cucchiaio Gorgonzola

Articolo Successivo

Guarigione alternativa