AIDS: più infezioni da HIV anche a Stoccarda


AIDS: anche le infezioni da HIV sono in aumento a Stoccarda

Il tema dell'AIDS non è più stato un argomento pubblico importante per molto tempo. Ora che l'attrice sudafricana Charlize Theron ha fatto notizia con la sua lotta contro la malattia da immunodeficienza e la Fondazione tedesca per l'AIDS ha pubblicato il suo rapporto annuale, tutti parlano di nuovo dell'argomento. Anche il numero di infezioni è in aumento a Stoccarda.

Stoccarda dietro Colonia Secondo un sondaggio della Fondazione tedesca per l'AIDS, il numero di nuove infezioni da HIV nelle grandi città tedesche è particolarmente elevato. La maggior parte delle persone appena infette si trova a Colonia. Stoccarda è appena dietro con 12,23 persone per 100.000 abitanti che sono stati recentemente infettati dall'HIV. Alfons Stetter dell'AIDS-Hilfe Stuttgart ha dato allo "Stuttgarter-Zeitung" alcune risposte alla situazione nella capitale del Baden-Württemberg.

Numero di persone infette Stetter non è in grado di spiegare chiaramente perché il numero di persone recentemente infettate dall'HIV a Stoccarda sia così elevato, persino superiore a quello di Berlino o Amburgo. Una spiegazione fatta allo "Stuttgarter Zeitung": "Molte persone che sono state infettate per dieci anni, per esempio, possono essere testate solo ora. E molti che possono essere testati nelle grandi città provengono dalla zona circostante. ”Ma è chiaro che il numero di persone appena infette sta aumentando.

Circa 80.000 persone con infezione da HIV in Germania ogni anno hanno avuto 2.000 nuove infezioni e ora ne sono 3.400. “Anche noi stiamo crescendo di oltre il 50 percento. Ma anche perché oggi è possibile testare molte più persone rispetto a prima ”, afferma Stetter. A livello nazionale ci sono circa 80.000 persone infette segnalate e il numero di casi non segnalati non è stimato essere molto più elevato. In base alla popolazione totale, ciò significa che circa ogni millesima persona sarebbe infettata. Per Stoccarda, si può presumere un po 'più di 1.000 persone infette nell'area urbana, poiché la densità in una grande città è più alta che nel paese.

Dimentica e sopprime Dipl.-Theologe Stetter ha fatto riferimento alla maggiore disponibilità a testare. Se uno doveva presumere dieci anni fa che la malattia non sarebbe durata a lungo, ora ci sono buone opzioni terapeutiche se l'HIV viene diagnosticato presto dopo un'infezione. In generale, tuttavia, l'argomento è diventato piuttosto tranquillo e l'esperto quindi avverte: “Se l'HIV rimane inosservato in pubblico, è un vantaggio evolutivo per il virus. E sai che puoi ricevere un trattamento oggi. Questo porta all'oblio e alla repressione ".

Molte persone colpite sono già in pensione e gli assistenti sociali Stetter hanno anche commentato la necessità di persone con infezione da HIV a Stoccarda: “Facciamo anche molte richieste alla Fondazione AIDS per le persone sieropositive. In tutti i centri di consulenza ci sono già 100 domande all'anno. Questi non sono pochi. ”Molte delle persone colpite, che ora sono ben curate, si sono ritirate diversi anni fa e spesso vivono con pagamenti di trasferimento.

Una persona infetta di 16 anni La percentuale di donne tra le persone che contraggono l'HIV è di circa il 20 percento. In generale, le persone colpite hanno in media circa 40 anni. Tuttavia, ci sono anche persone molto giovani, in particolare i gay. L'anno scorso, un sedicenne era tra loro a Stoccarda e quest'anno c'erano già diverse persone appena infette nei primi anni '20. "Spesso sono i giovani a vivere una vita divertente. E come è noto, la lussuria toglie ragione quando si tratta di sesso ".

Charlize Theron nella lotta contro l'AIDS Dall'inizio degli anni '80, quando l'AIDS è diventato noto, ci sono stati numerosi miti sulla malattia, alcuni dei quali hanno raggiunto proporzioni pericolose. Anche in Europa ci sono ancora persone che respingono l'immunodeficienza come un problema per omosessuali e tossicodipendenti. Tuttavia, la situazione in Africa è molto più difficile. Il presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, una volta dichiarò di essersi protetto dall'HIV dopo aver fatto la doccia non protetta. In un'intervista con “Welt am Sonntag”, il premio Oscar sudafricano Charlize Theron ha messo in prospettiva le sue opinioni: “Se qualcuno come lui ammette errori e ora conduce uno dei programmi più offensivi nella lotta contro l'HIV, non è meno un miracolo. Merita rispetto per questo. "Con il sostegno del" Fondo globale per la lotta contro l'AIDS, la tubercolosi e la malaria ", il 37enne gestisce la propria organizzazione di beneficenza" Charlize Theron Africa Outreach Project ". (Annuncio)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Infezione da Hiv: a che punto siamo con al cura?


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva