Bevande energetiche: il calcio rischioso della caffeina



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Rischio per la salute derivante dal consumo eccessivo di bevande energetiche

Le bevande energetiche godono di una crescente popolarità da anni e vengono lanciate in varianti sempre nuove. Alla fine di luglio, la Stiftung Warentest aveva quindi già condotto uno studio approfondito sulle bevande alla moda che presumibilmente miglioravano le prestazioni e aveva dato alle bevande energetiche una testimonianza in qualche modo spiacevole. Nonostante i nomi e gli ingredienti promettenti, le bevande non hanno mostrato effetti di miglioramento delle prestazioni dimostrabili che andrebbero oltre gli effetti della caffeina e dello zucchero e "chi beve bevande energetiche nelle lattine è dannoso per la salute", secondo il risultato della Stiftung Warentest.

Secondo la Stiftung Warentest, molti consumatori si aspettano "più energia per le serate di festa" e "maggiori prestazioni sportive" dalle bevande energetiche. Le bevande energetiche sono particolarmente apprezzate dai giovani. Lo scorso anno il produttore Red Bull "ha venduto 5,2 miliardi di lattine della sua doccia di orsetti gommosi in tutto il mondo", riferisce la Stiftung Warentest. Marchi internazionali come Coca Cola e Pepsi offrono ora anche corrispondenti bevande energetiche. Secondo la Stiftung Warentest, la crescita delle vendite è nella gamma percentuale a due cifre. Nessun'altra bevanda analcolica ha "aumentato le vendite nel 2012 con la stessa forza delle bevande energetiche". La Stiftung Warentest ha quindi esaminato più da vicino le docce elettriche e ha esaminato 24 bevande energetiche e un cosiddetto colpo di energia in laboratorio.

Nervosismo e problemi cardiaci come effetto collaterale delle bevande energetiche Secondo la Stiftung Warentest, le bevande energetiche pubblicizzano principalmente con i loro nomi dal suono vitale come "Energy Rocket", "Flying Power" o "Speedstar" e gli ingredienti dall'aspetto esotico come taurina, inositolo o glucuronolattone . Finora, tuttavia, non ci sono prove scientifiche del fatto che "anche solo uno di questi ingredienti ha un effetto di miglioramento delle prestazioni". L'effetto stimolante delle bevande energetiche è più probabile a causa di due ingredienti collaudati. Lo zucchero, che funge da fonte di energia, e la caffeina, che ha un effetto stimolante sulle funzioni cardiovascolari. Tuttavia, un eccesso di caffeina potrebbe portare a "effetti collaterali come irrequietezza, nervosismo, nausea, insonnia, battito cardiaco accelerato", spiega Stiftung Warentest. Secondo i tester, il rischio di "sovradosaggio di caffeina da bevande energetiche è relativamente elevato". Bambini, donne in gravidanza, donne in allattamento e persone sensibili alla caffeina dovrebbero evitarli del tutto a causa dell'elevato contenuto di caffeina.

Sono consentiti al massimo 320 milligrammi di caffeina per litro È solo dal giugno 2013 che le norme sui succhi di frutta e le bevande analcoliche hanno regolato ciò che costituisce una bevanda energetica in Germania, riferisce la Stiftung Warentest. Di conseguenza, le bevande energetiche sono definite come bevande analcoliche contenenti caffeina, che possono contenere un massimo di 320 milligrammi di caffeina per litro. Da allora, livelli massimi si sono applicati anche ad altri ingredienti comunemente usati, come taurina 4.000 milligrammi, inositolo 200 milligrammi o glucuronolattone 2.400 milligrammi per litro. In una delle bevande energetiche testate (per la "bevanda energetica ad alte prestazioni NOS"), il limite massimo consentito per la caffeina con 560 milligrammi di caffeina per litro è stato notevolmente superato. Secondo il produttore, la bevanda è stata ora ritirata dal mercato in Germania. Inoltre, i livelli di taurina superiori a nove sono stati misurati in nove delle 24 bevande energetiche, il che è meno critico per la salute ed è consentito anche per le bevande prodotte prima della data di riferimento di giugno, riporta la Stiftung Warentest.

Oltre la metà dei giovani consuma bevande energetiche La Stiftung Warentest ha anche fatto riferimento a uno studio dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che per la prima volta ha raccolto dati a livello europeo sulle abitudini di consumo delle bevande energetiche. Sono state intervistate oltre 52.000 persone provenienti da 16 Stati membri dell'UE e si è scoperto che uno su tre adulti in Europa consuma bevande energetiche, "uno su dieci anche da quattro a cinque volte a settimana o più", riferisce lo Stiftung Warentest. Le bevande sono particolarmente apprezzate dai bambini dai 10 ai 19 anni. Il 68 percento consumerebbe regolarmente la doccia multigetto e anche uno su dieci la userebbe più volte alla settimana. I tester lo hanno giudicato estremamente critico che ogni secondo adulto e adolescente prende le bevande energetiche insieme all'alcol. Inoltre quasi tutti si godono la doccia artificiale mentre fanno sport. "L'uso improprio non è quindi un'eccezione, ma piuttosto una regola spaventosa", afferma Stiftung Warentest. Il fatto che anche i bambini di età inferiore ai 10 anni consumino bevande energetiche, sebbene la caffeina non sia adatta ai bambini, è estremamente preoccupante. In questo caso sembrano essere urgentemente necessarie norme legali complete al fine di evitare potenziali rischi per la salute degli adolescenti. (Fp)

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: La strategia n1 per controllare il tuo umore e la tua energia. Filippo Ongaro


Articolo Precedente

Non fatevi prendere dal panico con convulsioni febbrili

Articolo Successivo

Foodwatch avverte della margarina che abbassa il colesterolo