Tripper, sifilide e co in aumento


La gonorrea, la sifilide e altri sono in aumento

Le malattie a trasmissione sessuale sono di nuovo in aumento in Europa. La gonorrea, la sifilide e altri stanno quasi ritornando. Tuttavia, gli esperti sono contrari al rafforzamento della legge sulla prostituzione, in quanto ciò potrebbe peggiorare la situazione.

Le infezioni da HIV rimangono costanti La Società tedesca per le malattie sessualmente trasmissibili (DSTIG) ha recentemente avvertito di un ritorno delle malattie veneree durante una conferenza. Dopo una diminuzione dopo l'epidemia di HIV e le infezioni da HIV sono rimaste costanti con una media di 3.000 nuovi pazienti all'anno, altre malattie trasmesse attraverso il contatto sessuale sono in aumento da circa dieci anni. Non solo c'è un ritorno della sifilide della malattia venerea, ma anche la gonorrea o la clamidia vengono sempre più rilevate.

Aumento dovuto alla mancanza di preservativi Per l'aumento delle malattie, gli esperti vedono la mancanza di misure protettive, come l'uso del preservativo durante il sesso. Pertanto, un approccio senza pregiudizi e non stigmatizzante alla sessualità e alle malattie a trasmissione sessuale è di grande importanza. Le misure coercitive non sarebbero in grado di risolvere il problema. La gestione dell'AIDS in molti paesi lo avrebbe dimostrato. Di conseguenza, tutte le nazioni che tentano di contenere nuove infezioni da HIV con tali misure hanno visto aumenti drammatici delle infezioni.

Aumento in tutta Europa In generale, il numero di nuove infezioni con malattie a trasmissione sessuale è in aumento in Europa. Il DSTIG ipotizza circa 80.000 infezioni da virus del papilloma umano all'anno. I virus possono causare il cancro cervicale. Le ragazze di età compresa tra 12 e 17 anni possono essere vaccinate contro di esso. Secondo il DSTIG, ogni anno in Germania si verificano circa 100.000 infezioni batteriche da clamidia. I batteri possono causare infertilità sia negli uomini che nelle donne.

Infezioni tra i giovani nella fase di scoperta sessuale E come informa il Robert Koch Institute (RKI), c'è anche un aumento dei casi di sifilide. A livello nazionale, nel 2012 sono state registrate il 19% in più di infezioni, per un totale di 4.410 malattie, rispetto all'anno precedente. Si dice che in quattro casi su cinque sia avvenuta la trasmissione di contatti sessuali tra uomini. Secondo la RKI, il numero di infezioni nelle prostitute è rimasto costante. "Ancora una volta, dobbiamo considerare il comportamento a rischio e non avere un falso dibattito sulla prostituzione", ha dichiarato il presidente DSTIG Brockmeyer. Le infezioni sarebbero state osservate anche nei club di swinger. Soprattutto nei giovani adulti che erano nella loro fase di identificazione sessuale, ci sarebbe un aumento delle infezioni essere registrato.

Segni di infezione da sifilide
I possibili segni di infezione da sifilide sono ulcere rossastre sugli organi genitali o dove i patogeni possono penetrare nell'organismo. Nelle fasi iniziali, queste ulcere di solito non sono accompagnate da dolore, ma rilasciano un liquido acquoso che contiene l'agente patogeno della sifilide, il batterio Treponema pallidum. Se il liquido viene a contatto, la malattia viene trasmessa. Circa due mesi dopo l'infezione, le persone colpite di solito soffrono di sintomi simil-influenzali come febbre, mal di testa e dolori muscolari. I linfonodi si gonfiano e si sviluppa un'eruzione cutanea pruriginosa. A lungo termine, i patogeni si diffondono sempre più nel corpo e colpiscono anche altri organi come i polmoni, l'esofago, lo stomaco o il fegato. A lungo termine, può verificarsi anche un'infiammazione del cervello, che nel peggiore dei casi può portare a paralisi o demenza.

Contro le restrizioni sui lavoratori del sesso Gli esperti generalmente richiedono molto più lavoro educativo in relazione alle malattie sessualmente trasmissibili. Attività come quelle di Alice Schwarzer sono fondamentali. Con la sua petizione "Appello contro la prostituzione", l'attivista per i diritti delle donne e le celebrità chiedono una riforma del Prostitution Act del 2002. Il loro appello afferma che la Germania è diventata un "hub europeo per la tratta di donne e un paradiso per i turisti del sesso dei paesi vicini". A lungo termine, la prostituzione sarà abolita. Come ha affermato Brockmeyer alla conferenza all'agenzia di stampa "dpa", le restrizioni per le prostitute e le azioni penali per i clienti non risolverebbero il problema: "Tutto ciò che agisce contro la liberalizzazione nel campo della prostituzione peggiorerà significativamente la situazione. Lo usano per mandare gente sottoterra ".

Istruzione anziché repressione Il presidente della German Dermatological Society (DDG), Rudolf Stadler, chiede una migliore educazione sulle malattie veneree. Secondo Stadler, un fattore importante nella prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale è la conoscenza del contagio e delle conseguenze. Ci sono deficit significativi qui. Non è raro che le malattie veneree vengano portate via dalle vacanze, per esempio. Una politica di informazione continua è necessaria in Germania, ha detto il presidente del DDG all'agenzia di stampa in primavera. Il lavoro educativo non riguarda solo le scuole, ma anche le pratiche mediche. La salute sessuale dovrebbe essere affrontata anche nelle discussioni medico-paziente. Questo vale per dermatologi, ginecologi, urologi e medici di medicina generale, secondo Stadler. (anno Domini)

Immagine: Aka / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte



Video: Steam and Conversation. Critical Role. Campaign 2, Episode 9


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva