Infezione da HIV sconosciuta a molti


Infezioni da HIV in Germania: sempre più infette

Fu nei primi anni '80 che scoppiò una vera epidemia di AIDS in Germania. Da allora, circa 94.000 persone sono state infettate dal virus. Sono morti circa 27.000. All'epoca, l'infezione da HIV era considerata una condanna a morte sicura, a seguito della quale le persone colpite sono morte per infezioni e tumori potenzialmente letali.

Grazie ai farmaci antiretrovirali e la probabilità di sopravvivenza delle persone con HIV è aumentata in modo significativo e ora è possibile una vita quasi "normale" con il virus. Secondo le attuali stime del Robert Koch Institute (RKI) di Berlino, nel 2012 vivevano circa 78.000 persone affette da HIV. Il numero di persone che convivono con il virus HI nella fascia di età di oltre 40 anni è quintuplicato dall'inizio degli anni '90. I ricercatori hanno osservato un elevato livello invariato di nuove infezioni. Quasi la metà dei malati (45 percento) è stata infettata all'estero.

La RKI è preoccupata per gruppi di persone che non sono ancora a conoscenza della propria infezione da HIV. Secondo il rapporto RKI, circa 14.000 persone sono "sieropositive e non ne sanno nulla perché non è stato ancora eseguito un test HIV". Il 30 percento delle persone colpite ha un'età compresa tra 25 e 34 anni. Circa 3.400 tedeschi (poco meno del 25 percento) sono stati infettati nel corso del 2012. La maggioranza, il 74 percento, sono uomini che hanno fatto sesso con altri uomini. Tra le donne eterosessuali, l'11% era affetto e l'8% erano uomini eterosessuali. La percentuale di tossicodipendenti che sono stati infettati a causa di siringhe infette era del sei percento. Quasi un terzo dei casi è stato diagnosticato nel primo anno.

Nella maggior parte del 75 percento, un'infezione è stata diagnosticata solo dopo la comparsa di sintomi clinici. Al fine di contenere l'elevato numero di nuove infezioni, l'RKI consiglia di sensibilizzare i gruppi a rischio per l'uso del preservativo e di offrire offerte di aiuto a soglia più bassa. L'accesso al test HIV deve essere semplificato. Secondo gli esperti, è anche importante fermare il forte aumento dei casi di sifilide. La malattia venerea promuove la suscettibilità all'HIV e la trasmissione del virus. (Fr)

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Essere sieropositivi: la nostra vita con lHiv in un Paese che non ci vuole vedere


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva