Il numero di punture di zecche è aumentato nel 2013



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il Robert Koch Institute avverte della meningite e consiglia di essere vaccinato contro le zecche

Secondo il Robert Koch Institute (RKI), il numero di malattie meningee causate da punture di zecche è aumentato al di sopra della media nel 2013. Gli esperti consigliano vivamente alle persone nelle aree a rischio di essere vaccinate contro la TBE. La cosiddetta meningoencefalite dell'inizio dell'estate è causata dal virus TBE, che viene trasmesso dalle zecche. Se la malattia progredisce gravemente, la TBE può causare infiammazione delle meningi e del cervello e, di conseguenza, danni permanenti come la paralisi e altri disturbi neurologici.

La vaccinazione contro la TBE è l'unica protezione contro la meningite causata da punture di zecche “Sono necessarie ulteriori informazioni, soprattutto nelle aree a rischio. Esiste una connessione tra i tassi di vaccinazione e il numero di malattie ", spiega Wiebke Hellenbrand della RKI all'agenzia di stampa" dpa ". L'anno scorso la RKI ha registrato circa 400 casi di FSME. Circa la metà dei malati aveva un decorso grave della malattia con meningite e infiammazione del cervello La cosa insidiosa della malattia, per la quale finora non esiste un antidoto, sono i sintomi che inizialmente assomigliano a quelli dell'influenza, come malessere generale, febbre, mal di testa e dolori muscolari e vomito. Se il decorso è grave, possono verificarsi anche altri sintomi, inclusi quelli neurologici Problemi come paralisi, disturbi dell'equilibrio, scarsa concentrazione, epilessia e disturbi dell'udito, nonché compromissione della coscienza e del coma e se il virus TBE colpisce il sistema nervoso centrale, in rari casi le persone colpite possono morire di malattia.

La TBE è una malattia infettiva soggetta a notifica. "Il 2013 è stato un anno piuttosto positivo", riferisce Hellenbrand. Lo scorso anno sono stati registrati circa 400 casi. Per confronto, nel 2012 sono stati registrati 195 casi e 424 infezioni nel 2011. In precedenza, il numero era di solito tra 200 e 300 casi all'anno. Le fluttuazioni Secondo l'esperto RKI, ci sono varie cause: "Dipende, ad esempio, da quanto è attiva la mandria in natura", spiega Hellenbrand. "Quindi esiste una connessione tra il numero di topi, che sono l'animale ospite più importante per le larve e le ninfe delle zecche, e il numero di zecche".

L'unico modo per proteggersi dalla TBE è la tripla vaccinazione. I tassi di vaccinazione per i bambini sono abbastanza buoni, ma non per gli adulti in molte aree, secondo l'esperto. "L'infezione è molto più pericolosa per gli adulti che per i bambini." In alcuni casi, i tassi di vaccinazione sono persino in calo. L'RKI consiglia pertanto a tutte le persone che vivono o si trovano nelle aree a rischio di sottoporsi alla vaccinazione contro la TBE Fermarsi all'aperto dovrebbe essere vaccinato.

Le aree a rischio di meningite causate da punture di zecche Assia, Baden-Württemberg, Baviera, Renania-Palatinato, Turingia e Saarland sono identificate come aree a rischio per TBE. Finora, i ricercatori non sono stati in grado di chiarire perché le zecche portino il virus TBE in sé in queste aree e non in altre regioni. "Ci sono anche aree dalle quali il virus è scomparso negli ultimi decenni", spiega Hellenbrand. Questo è il caso in alcune regioni della Germania orientale. I calcoli sulla variazione di qualcosa nelle aree a rischio attualmente identificate iniziano dopo marzo Completamento della valutazione dei dati di registrazione.

L'inverno mite sta attualmente aumentando il rischio di punture di zecche. Se la temperatura non scende sotto i sette gradi per diversi giorni consecutivi, le ninfe e le zecche adulte tornano attive e cercano un ospite. Ma anche a basse temperature e neve, i piccoli succhiasangue non muoiono necessariamente. Le zecche possono sopravvivere al gelo fino a meno 20 gradi.

Oltre alla TBE, le zecche possono anche trasmettere la malattia di Lyme. Contrariamente alla TBE, non è disponibile alcuna vaccinazione per la malattia di Lyme. La cosiddetta borrelia può causare la malattia di Lyme, che può colpire organi, articolazioni, sistema nervoso e pelle. Gli escursionisti e le persone che lavorano all'aperto o all'aperto possono proteggersi con abiti lunghi e coprenti e scarpe chiuse. Quindi le calze dovrebbero essere tirate sopra le gambe dei pantaloni per rendere difficile alle zecche accedere alla pelle nuda. Dopo aver trascorso del tempo in natura, l'intero corpo dovrebbe essere cercato per gli animali. Se uno scopo si è bloccato, dovrebbe essere rimosso il più rapidamente possibile con una pinzetta o una pinza speciale, perché i batteri hanno bisogno di circa 12-24 ore per penetrare nel corpo umano. (Ag)

Immagine: Jens Bredehorn / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Punture di Insetti: ecco come riconoscerle


Articolo Precedente

Rischio di cancro: troppa acrilamide negli alimenti

Articolo Successivo

Influenza aviaria nel Brandeburgo: autorità allarmate