Solo un metodo aiuta davvero con la dislessia



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Studio: solo un metodo di successo nella dislessia

I genitori e gli insegnanti spesso apprendono che i bambini soffrono di dislessia durante la scuola. I più piccoli hanno grandi problemi a leggere e scrivere. Come dimostra un nuovo studio, solo un metodo per numerosi approcci di finanziamento aiuta a gestire davvero i problemi.

"Lurs "il mostro della lettura e dell'ortografia Lurs, il mostro della lettura e dell'ortografia, ha inventato il progetto Internet www.legakids.net sul tema della lettura e dell'ortografia delle debolezze. Il mostro verde grasso vuole la sua conoscenza della lettura e della scrittura, che si è appropriato, non condivide e quindi cerca di rendere entrambi i più difficili possibile per i bambini. Lurs rappresenta tutti i problemi legati alla lettura e alla scrittura. Nel progetto, che è gestito da AOK e Mildenberger Verlag, un editore di libri scolastici, è supportato, un team di terapisti dell'apprendimento e psicologi cerca di fornire informazioni complete sulla dislessia e fornire aiuto quotidiano a bambini, genitori e insegnanti.

35.000 bambini con dislessia iscritti ogni anno La necessità di questo è grande in questo paese. In Germania, circa il cinque percento dei bambini e degli adolescenti avrebbe grandi difficoltà a differenziare e mettere insieme le lettere correttamente, anche se non sono più stupide o più intelligenti di altre. Ogni anno vengono iscritti circa 35.000 bambini con difficoltà di lettura e scrittura. Le persone colpite spesso leggono molto lentamente, spesso perdono la linea nel testo, omettono le parole, le torcono o ne aggiungono di nuove, ed è anche difficile per loro copiare dalla lavagna o da un libro. Hanno anche problemi a riprodurre ciò che hanno letto. Nei primi due anni di scuola, questo può essere ancora sopportabile, ma poi sorgono difficoltà anche nelle altre materie scolastiche, specialmente nelle lingue straniere.

Leggere e scrivere è la base per l'acquisizione della conoscenza Poiché la lettura e la scrittura sono la base per l'acquisizione della conoscenza a scuola, la dislessia diventa un handicap per le persone colpite a vita. Secondo i risultati dello studio, i bambini con debolezze di lettura e ortografia spesso non sono all'altezza delle loro capacità cognitive nel loro ciclo di vita. Coloro che hanno difficoltà di lettura nei primi anni di scuola tendono anche a sottoperformare le prestazioni scolastiche in seguito. Gli adolescenti dislessici frequentavano la scuola secondaria più spesso e alcuni di loro finivano addirittura in una scuola speciale per questo motivo. Inoltre, il loro livello di formazione professionale è inferiore ai loro coetanei, raramente si diplomano al college e aumenta il tasso di disoccupazione degli adulti colpiti.

Ma ciò che aiuta i più piccoli Tutto ciò dimostra che è urgentemente necessario un sostegno il prima possibile e il più intenso necessario. Nel corso degli anni, gli scienziati hanno sviluppato numerosi metodi volti a migliorare le capacità di lettura e scrittura in modi molto diversi. Ma il problema per i genitori è scoprire quale programma può davvero aiutare i loro figli. Secondo il quotidiano "Die Welt", Gerd Schulte-Körne ha dichiarato: "Esistono molti studi individuali sulle opportunità di finanziamento per la lettura e la debolezza dell'ortografia, ma nessuna raccomandazione scientifica su ciò che segue da tutti questi studi". Il medico dirige la clinica. per la psichiatria, la psicosomatica e la psicoterapia infantile e dell'adolescenza presso l'Università Ludwig Maximilians di Monaco e fa parte del comitato scientifico consultivo dell'Associazione federale per la dislessia e la discalculia.

Risultati di 40 anni di ricerca Dal momento che non solo i genitori, ma spesso anche gli esperti, sono stati spesso in perdita quando si tratta di scegliere un finanziamento, Schulte-Körne e i suoi colleghi di Monaco hanno voluto cambiare questo fatto. "Anche coloro che dovrebbero consigliare le persone colpite non hanno finora avuto solide basi per ciò che funziona davvero e cosa no", ha detto lo psichiatra infantile e adolescenziale. “Hanno controllato cosa c'era nei libri di testo e finora c'era qualcosa di diverso in ognuno di essi. Ecco perché era così importante dare un'occhiata da vicino a ciò che realmente abbiamo dopo 40 anni di ricerca. ”Ecco perché i ricercatori hanno raccolto informazioni sui metodi contro la dislessia, ad esempio ricercando riviste specializzate in tutto il mondo o chiedendo ai colleghi di ricerca informazioni su metodi che si era rivelato inutilizzabile nei test. Includono tutti gli studi che hanno incontrato standard scientifici relativamente elevati nella loro meta-analisi, che è stata appena pubblicata sulla rivista "PLOS ONE".

Alcuni corsi di formazione si concentrano sulla percezione visiva e gli scienziati sono stati in grado di identificare un totale di 20 approcci metodologici. Alcune sessioni di allenamento si concentrano principalmente sulla percezione visiva e, ad esempio, i bambini dovrebbero leggere con gli occhiali colorati. Il contrasto cromatico viene utilizzato per filtrare le frequenze di disturbo che possono distrarre i bambini durante la lettura. In alcuni casi, vengono utilizzati occhiali con prismi, poiché ciò modifica i movimenti degli occhi durante la lettura, soprattutto se i bambini strizzano gli occhi. I metodi scientifici servono come base per questi metodi, che potrebbero rilevare anomalie nella percezione visiva e nell'elaborazione nei bambini dislessici. Di conseguenza, le informazioni su parole e lettere vengono percepite con ritardo ed elaborate in modo inefficace. Le aree del cervello responsabili dell'elaborazione del parlato sono attivate molto meno rispetto ad altri bambini.

Altri metodi si concentrano sulla promozione dell'udito, mentre altri metodi si concentrano maggiormente sulla promozione dell'udito o sulla formazione della connessione tra lettere e determinati suoni. Perché nei bambini con dislessia, questa capacità di differenziare segmenti sonori del linguaggio e di memorizzarli in modo affidabile nella memoria è anche misurabile in modo limitato. Gli studi hanno dimostrato che le aree cerebrali per la differenziazione dei suoni sono meno attivate nelle persone colpite rispetto ad altri bambini. Nei metodi che si basano esclusivamente sull'addestramento dell'udito, i terapisti riproducono suoni per i bambini e riducono gradualmente le distanze tra loro. L'idea alla base di questo è che ascoltare le differenze tra due toni è raffinato. Con altri metodi, l'accento è posto sull'assegnazione di suoni e lettere e un altro, ma una classe piuttosto piccola di corsi di formazione si basa sui farmaci per facilitare la lettura e la scrittura per i bambini.

Solo un metodo è stato in grado di dimostrare un successo verificabile. Schulte-Körne ha riassunto i risultati dello studio: "Nel complesso, è stato spaventoso vedere che tutti i metodi efficaci attualmente disponibili sono efficaci solo in una certa misura." Solo un metodo , che combina diversi elementi, è stato quindi in grado di dimostrare un successo chiaramente dimostrabile: la cosiddetta "istruzione fonetica". Soprattutto, si tratta di praticare intensamente l'assegnazione di suoni e lettere, insieme a una formazione continua del flusso di lettura. Questo metodo include anche la scomposizione delle parole in sillabe e i loro suoni individuali e la contrazione di più suoni in parole. Con tutti gli altri programmi, il trasferimento per la lettura e la scrittura non ha avuto esito positivo o la tecnologia non era adatta per tale trasferimento, come durante l'allenamento per l'ascolto. Nella dislessia, la distinzione di tono puro non è il problema, secondo Schulte-Körne. Tale addestramento non può essere d'aiuto. Tutti gli approcci che addestrano il compito fonetico sono utili. La pazienza è ancora richiesta, perché lo studio ha anche dimostrato che periodi di finanziamento più lunghi sono più sostenibili delle sessioni di allenamento più brevi.

Dislessia non riconosciuta come malattia in Germania L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha da tempo elencato la dislessia come malattia nel suo catalogo. In Germania, tuttavia, le compagnie di assicurazione sanitaria hanno finora rifiutato di riconoscere la debolezza della lettura e dell'ortografia come una malattia, perché, secondo le compagnie di assicurazione sanitaria, ciò non "compromette la partecipazione alla vita nella società". approvato solo in casi eccezionali. Tuttavia, il qualificato pedagogo Sebastian Bertram di Hannover considera tali terapie molto utili. Nell'anno precedente, ha dichiarato a "heilpraxisnet.de": "Le terapie speciali e la formazione sono importanti per i dislessici al fine di avere le stesse possibilità nelle loro sfere professionali e private. Una mancanza di autostima, di cui spesso soffrono i malati, ha un impatto enorme sul loro stato mentale. La dislessia non è un segno di mancanza di intelligenza. È solo una debolezza di lettura e ortografia che può essere trattata bene se avviata in tempo. "(Annuncio)

Immagine: Benjamin Thorn / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: Metodi e strategie didattiche al servizio degli studenti con Disturbi Specifici dellApprendimento


Articolo Precedente

Rischio di cancro: troppa acrilamide negli alimenti

Articolo Successivo

Influenza aviaria nel Brandeburgo: autorità allarmate