Gli integratori alimentari sono spesso senza senso


Gli integratori alimentari spesso non hanno senso
10.03.2014

Molte persone in questo paese usano integratori alimentari come compresse di vitamine o olio di pesce. Spesso viene suggerito ai consumatori che i piccoli operatori sanitari non possono nuocere. Ma non è sempre così.

Mercato incredibilmente ampio Alcuni comunicati stampa contengono supposti fatti sul fatto che è possibile ottenere abbastanza vitamine solo con l'aiuto di compresse. Vitamina D per le ossa, C per il sistema immunitario e varie vitamine del gruppo B per pelle e capelli. Inoltre, a volte si dice che alcune capsule possono anche aiutare le persone malate, come olio di pesce per disturbi cardiovascolari, erba di San Giovanni per la depressione, olio di enotera per neurodermite o ginkgo per l'oblio precoce. "Il mercato è incommensurabilmente ampio e continua a crescere, ad esempio, a due cifre per la vitamina C", ha dichiarato Hans Hauner, nutrizionista dell'Università tecnica di Monaco, secondo "web.de". "C'è un meraviglioso ritorno. Molte vitamine costano solo pochi euro a tonnellata per la produzione. "

Tre quarti dei tedeschi assumono integratori alimentari Secondo lo studio nazionale sui consumi, tre quarti dei tedeschi assumono integratori alimentari. Le vitamine C e A e i minerali calcio e magnesio sono particolarmente popolari. Se questi extra fossero davvero salutari, non ci sarebbero obiezioni, ma Hauner afferma che “il 99 percento è puro voodoo. La promessa di salvezza non è stata scientificamente dimostrata ”. Ad esempio, la rete di ricerca internazionale Cochrane Collaboration avrebbe verificato l'affermazione secondo cui la vitamina C, E e il beta-carotene sono particolarmente buoni per gli occhi, usando la cataratta come esempio. Il giudizio era così chiaro che non erano necessarie ulteriori ricerche. Ad esempio, 120.000 soggetti di nove studi, con o senza compresse, hanno sviluppato la malattia di vecchiaia altrettanto spesso. Né potevano vedere meglio attraverso le vitamine, né rallentare la perdita della vista.

Lo stile di vita non salutare non diventa più sano con le pillole vitaminiche Alcune persone credono anche che le vitamine possano proteggere dal cancro e nell'ottobre 2012 è stato dimostrato che è stato dimostrato che l'assunzione di un multivitaminico ogni giorno riduce il rischio di cancro. In uno studio, circa 15.000 medici avevano preso una preparazione o un placebo da dieci a tredici anni. Le persone nel gruppo vitaminico avevano meno probabilità di sviluppare il cancro. In relazione a questo, Hans Konrad Biesalski, autore dello studio e nutrizionista dell'Università di Hohenheim, ha dichiarato: “È l'unico studio che mostra i benefici delle compresse multivitaminiche nelle persone sane. È discutibile se l'effetto possa essere confermato. ”Altri studi avrebbero dimostrato che le vitamine aiutano solo coloro che hanno già sofferto di una carenza. Ma in questo caso, secondo Biesalski, la pillola è la scelta peggiore. "Le pillole vitaminiche non rendono uno stile di vita malsano più sano", afferma l'esperto.

Troppo calcio può essere pericoloso Il professor Emeritus Ernst, il primo a possedere una cattedra in medicina alternativa, è ora fondamentale: "Anche se migliaia sostengono il contrario, gli integratori alimentari per prevenire il cancro e i problemi cardiaci sono inutili". A volte questi fondi possono essere utilizzati persino diventare pericoloso. Ad esempio, uno studio svedese, pubblicato all'inizio del 2013, ha mostrato che il numero di decessi tra le donne che ingerivano quotidianamente più di 1.400 milligrammi (mg) di calcio dalla dieta e dagli integratori era aumentato in modo significativo. Un consumo eccessivo di calcio può aumentare il rischio di infarto.

I cinesi hanno usato il ginkgo per migliaia di anni e anche l'effetto del ginkgo, le cui foglie hanno usato il cinese per la guarigione delle ferite per migliaia di anni, è controverso. Si dice anche che il Ginkgo aiuti nella demenza. Steven DeKosky, un ricercatore di salute presso l'Università della Pennsylvania, pensa che questo sia un pio desiderio. Ha detto che lui e il suo team sarebbero rimasti delusi se avessero completato il più grande studio sull'influenza del ginkgo sul degrado mentale nel 2008: "Nulla sarebbe più bello che se un prodotto così economico e privo di effetti collaterali aiutasse anche". Uno studio con 3.069 partecipanti di età superiore ai 75 anni avrebbe dimostrato che la demenza non si è verificata meno frequentemente dopo l'uso quotidiano del ginkgo e non ha portato a un migliore stato mentale. Tuttavia, altri studi, come quelli del produttore tedesco Dr. Willmar Schwabe, che offre preparazioni al ginkgo, molto bene per il risultato dell'effetto positivo della pianta. E i ricercatori francesi, che hanno pubblicato i dati di uno studio del 2010 che affermano che prendere un particolare estratto di ginkgo per quattro anni quasi dimezza il rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer. L'Institute for Quality and Efficiency in Health Care (IQWiG, Germania) considera inoltre efficace la terapia con ginkgo alla dose di 240 mg al giorno.

Molti agenti non mantengono le loro promesse Molti integratori alimentari non sarebbero in grado di mantenere le promesse sulla salute e i loro effetti spesso non sono chiaramente dimostrati. Pertanto, "Scientificamente non fondato" è il giudizio più comune dell'Autorità europea per gli alimenti EFSA a Parma, nel nord Italia, che ha testato le promesse di salute sui prodotti alimentari dal 2008. I produttori devono dimostrarlo negli studi sull'uomo. Finora, solo 251 delle oltre 3.000 domande esaminate avevano rispettato la loro promessa di salute. “Molto di più avrebbe fallito se il test fosse stato duro. L'agenzia sta solo cercando di intercettare le menzogne ​​più grossolane ", ha dichiarato Hauner. L'EFSA agitava vitamine e minerali su tutta la linea senza testarli sistematicamente.

La vitamina D attraverso l'esposizione al sole invece delle pillole Ci sono anche opinioni diverse sulla vitamina D. Alcuni credono che sia buono per una sana difesa del corpo e dei muscoli o che possa proteggere dal diabete o dal cancro. Ma un ricercatore francese dubita dell'efficacia della vitamina D. Lui e i colleghi sono giunti alla conclusione che la mancanza di vitamina D non è la causa ma il risultato di alcune malattie. Alcuni esperti sconsigliano di assumere artificialmente la vitamina. Il corpo umano lo crea da solo quando la luce del sole colpisce la pelle. Solo i teledipendenti, le persone fortemente velate e la pelle scura e i 65enni potrebbero aiutare una preparazione, ha affermato Helmut Heseker, Presidente della Società tedesca per l'alimentazione.

Meglio mangiare sano e vario I motivi per cui così tante persone scelgono gli integratori alimentari sono vari. Per alcuni, sembra più conveniente ingoiare un paio di pillole che cambiare stile di vita. Per altri, l'immagine positiva dei fondi conta semplicemente. "Molti consumatori sono anche soggetti all'errore 'molto aiuta molto'", afferma Klaus Richter del Federal Institute for Risk Assessment. "Al contrario, corri il rischio di interrompere l'equilibrio tra i diversi nutrienti e di farti del male se fornisci artificialmente nutrienti", afferma Richter. Gli studi hanno dimostrato che il beta-carotene ad alte dosi avrebbe aumentato il rischio di cancro. Con questa conoscenza, i risultati dello studio nazionale sui consumi appaiono in una luce completamente diversa, perché è proprio con il beta-carotene che i tedeschi ottengono dosi elevate. E lo zinco in eccesso è anche pericoloso perché influenza l'assorbimento del selenio dell'elemento traccia. Fondamentalmente, la maggior parte delle persone farebbe meglio a mangiare cibi sani e vari, afferma Richter. Solo alcune sezioni della popolazione sono invitate a farlo dai medici.

Le capsule di olio di pesce prolungano la gravidanza Anche l'acido folico integra spesso il cibo. Ad esempio, le donne che vogliono avere figli dovrebbero assumere acido folico, poiché questa sostanza aiuta nello sviluppo del sistema nervoso e previene un difetto del tubo neurale, una scarsa deformità del bambino. "Devi iniziare prima di rimanere incinta", ha detto Hauner. “La maggior parte delle persone non lo prende fino al secondo o al terzo mese. Quindi non farà molto. ”Invece, le future mamme prendono avidamente altre compresse. "Ingoia tutto ciò che i farmacisti possono pensare. L'olio di pesce è popolare da molto tempo ", ha affermato Hauner. Gli studi hanno notato che le donne che mangiano molto pesce hanno bambini particolarmente intelligenti. Tuttavia, la connessione non è stata ancora chiarita. Hauner ha sottolineato che coloro che mangiano più pesce sono spesso più istruiti e più sani. Secondo gli studi di Hauner, la gravidanza si prolungava dopo l'assunzione di capsule di olio di pesce e la nascita doveva essere iniziata più spesso artificialmente. Disse: "Dovresti davvero lasciarlo andare" (Sb)

Immagine: Martin Berk / pixelio.de

Informazioni sull'autore e sulla fonte


Video: BINCANG DARING TV ANDI BERSAMA DR. HANS TANDRA. MENGALAHKAN VIRUS CORONA DALAM ERA NEW NORMAL


Articolo Precedente

Le persone assicurate AOK stanno minacciando ulteriori contributi?

Articolo Successivo

Batteri trovati nella crema adesiva